Cosa vedere a Bologna: suggerimenti per gli appassionati di arte

Appassionati di arte? Non lasciatevi sfuggire queste opzioni ricche di capolavori.

Siete appassionati di arte e non sapete cosa vedere a Bologna? Oltre alla nota tradizione culinaria, la città ha una storia culturale rilevante che inizia con le prime installazioni nel terzo millennio prima di Cristo e continua con la fondazione della più antica università del mondo occidentale nel 1088.

Cosa vedere a Bologna: suggerimenti per gli appassionati di arte

MAMbo

MAMbo sta per Museo d’Arte Moderna di Bologna e si trova a soli 10 minuti a piedi dal DumBO. Il museo offre una prospettiva dinamica, ripercorrendo la storia dell’arte italiana dal secondo dopoguerra a oggi, esplorando il presente e tracciando le nuove strade dell’arte seguendo le pratiche di sperimentazione più innovative e pulsanti.

Il MAMbo è la sede dell’Istituzione Bologna Musei, appartenente all’Area Arte Moderna e Contemporanea, e attualmente ospita il Museo Morandi e le sue ampie collezioni di opere del pittore Giorgio Morandi.

MAST

La Fondazione MAST è un’istituzione culturale e filantropica internazionale che si occupa di arte, tecnologia e innovazione. Guardando alle nuove generazioni come target primario, la Fondazione MAST favorisce lo sviluppo della creatività e dell’imprenditorialità anche collaborando con altre istituzioni, al fine di sostenere la crescita economica e sociale.

MAST è la stessa fondazione che sviluppa l’unica Biennale al mondo dedicata alla fotografia legata all’industria e al lavoro, Foto/Industria.

Se arrivate qualche giorno prima del festival, potete godervi questa retrospettiva di Richard Mosse che si chiude il 19 settembre.

cosa vedere a bologna arte gallerie

P420

P420 è una galleria d’arte contemporanea fondata a Bologna nel 2010 da Alessandro Pasotti e Fabrizio Padovani. Fin dall’inizio, P420 si è concentrata su artisti il cui lavoro può essere collocato nell’area dell’Arte Concettuale e Minimale, attivi per lo più negli anni Sessanta e Settanta, che hanno sviluppato un solido linguaggio personale ma che sono ancora sottovalutati e poco conosciuti da un pubblico più ampio.

Più recentemente, presentando anche artisti di generazioni successive, P420 si è proposta di mettere a confronto linguaggi appartenenti a periodi diversi, con l’obiettivo di farne emergere aspetti puntuali.

Pinacoteca Nazionale

La Pinacoteca Nazionale di Bologna si trova a pochi minuti dalle Due Torri, all’interno del seicentesco ex noviziato gesuita di Sant’Ignazio. Aperta al pubblico nel 1885, è stata interamente rinnovata nel 1997 ed è oggi considerata tra le più moderne e importanti Gallerie Nazionali.

La sua collezione, il cui primo catalogo risale al 1827, comprende opere dei principali artisti italiani del Rinascimento, del Manierismo e del Barocco, come Raffaello, Perugino, Tintoretto, Tiziano, i Carracci, Guercino e Reni. Oltre alla collezione permanente, la pinacoteca ospita anche mostre temporanee di medie e grandi dimensioni, attività didattiche, seminari e convegni.

LEGGI ANCHE:

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Cosa vedere ad Amsterdam gratis: le attività da non perdersi

Le location di Queenmaker: i luoghi della serie

Leggi anche
Contentsads.com