Firenze: cosa vedere in 3 giorni

Le cose da non perdere durante una mini gita di 3 giorni a Firenze: le tappe immancabili.

Firenze, definita “Culla del Rinascimento”, è la città d’arte per eccellenza. Patria della famiglia de’ Medici e di grandi artisti non vi deluderà. Vediamo insieme le cose da non perdere durante una gita di 3 giorni in questa meravigliosa città dal patrimonio culturale inestimabile.

Cosa vedere a Firenze in 3 giorni: giorno 1

La prima giornata sarà quella dedicata alla famiglia de’ Medici, che fu fondamentale per lo sviluppo culturale della città. A pochi metri dal centro si trova una chiesa che vale la pena di visitare: la Basilica di San Lorenzo, chiesa dedicata per l’appunto alla famiglia de’ Medici. Cosimo de’ Medici chiese l’intervento del Brunelleschi e di Michelangelo per costruire elementi della chiesa che, come si può notare dall’esterno, rimase però con la facciata incompiuta; vi sorprenderà il contrasto con la magnificenza dell’interno.

Lì accanto ci sono le Cappelle Medicee, la Cappella dei Principi e la Sagrestia Nuova di Michelangelo, dove sono sepolti i resti di alcuni membri della famiglia, fra cui quelli del famoso Lorenzo il Magnifico. La Cappella dei Principi è realizzata con pietre preziose e marmi provenienti da tutto il mondo. La sua cupola è seconda solo a quella del Brunelleschi realizzata per il Duomo.

Poco distante dalla Basilica, si trova il mercato centrale di Firenze.

Una struttura coperta all’interno del quale si possono provare tutte le prelibatezze della città.

Per continuare la giornata all’insegna delle tracce lasciate dalla famiglia de’ Medici potrete visitare il Palazzo Medici Riccardi, prima residenza della famiglia oggi sede della Provincia e della Prefettura, in cui potrete osservare la Galleria Riccardi situata al primo piano: una lunga stanza con decorazioni dorate, affreschi e specchi.

Cosa vedere a Firenze in 3 giorni: giorno 2

Da non perdere è il Duomo, la chiesa di Santa Maria del Fiore. È ovviamente la più importante, simbolo della città e nel suo insieme racchiude le opere di due grandi artisti: la sua iconica cupola progettata dal Brunelleschi e il campanile di Giotto. È da considerarsi un vero e proprio capolavoro d’arte. Un consiglio è quello di salire in cima a uno dei due elementi, altrimenti rischierete di perdervi una magnifica vista sulla città.

La cupola del Brunelleschi è raggiungibile attraverso più di 400 scalini

Dirigetevi poi a Piazza della Signoria dominata da Palazzo Vecchio, che nel corso della sua storia ha ospitato la sede del Granducato di Toscana in epoca Medicea, la sede del Parlamento Italiano durante gli anni della Firenze capitale e oggi ospita il Comune di Firenze. Sul lato destro della piazza potrete ammirare la copia del famosissimo David di Michelangelo.

Potrete approfittare della vicinanza con la Galleria degli Uffizi per immergervi in una della gallerie d’arte più famose del mondo e ammirare le opere di artisti come Leonardo, Michelangelo e Botticelli.

Cosa vedere a Firenze in 3 giorni: giorno 3

Attraversate il simbolico Ponte Vecchio e raggiungere Palazzo Pitti dall’altra parte del fiume Arno. Anche qui, entrando, potrete osservare una magnifica collezione d’arte. Per concludere il vostro tour potrete tornare in via dei Calzaiuoli, la più famosa per lo shopping.

Una delle cose da non perdere

Scritto da Ambra Riccardi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Migliori città del mondo da visitare con i bambini: ecco quali sono

Dove andare a Gennaio in Europa: le migliori mete

Leggi anche
  • Ztl Milano, quali sono modalità pagamentoZtl Milano, quali sono le modalità di pagamento

    Modalità di pagamento per le Ztl, ossia la zona a traffico limitato di Milano: le informazioni.

  • Wizzair voli economici da ItaliaWizzair voli economici da Italia: tutte le tratte

    Wizzair: voli economici dall’Italia, le tratte e le offerte del momento.

  • Loading...
  • nuova zelanda vulcanoWhakaari: il vulcano marittimo della Nuova Zelanda

    Whakaari: il vulcano più attivo della Nuova Zelanda.

  • viaggi premio aziendaliWelfare aziendale, i viaggi premio come benefit per i dipendenti

    Viaggi premio aziendali: come incentivare i dipendenti e fare team building originale.

  • Weekend a ParigiWeekend a Parigi: una perfetta fuga invernale

    Fuggite dalla quotidianità e partite per una fuga da sogno!

Contents.media