Fontanili di Capralba: gita fuori porta in Lombardia

Visita al parco dei Fontanili di Capralba, in provincia di Cremona, per una gita fuori porta in Lombardia.

Il Parco dei Fontanili di Capralba è la destinazione ideale per trascorrere una giornata nella natura in provincia di Cremona. Un’area naturale che tutela la storia del territorio, con fontanili che risalgono all’XI e al XII secolo.

Il parco dei Fontanili di Capralba

A nord della pianura cremasca, in Lombardia, si estende il caratteristico Parco dei Fontanili. Un luogo magico, caratterizzato dalla presenza di antichi fontanili dell’undicesimo e dodicesimo secolo.

Parliamo di opere artificiali che imbrigliano le risorgive naturali allo scopo di drenare le acque che affiorano naturalmente e inondare vaste superfici di piano. Un’opera, quindi, che permette di bonificare i terreni circostanti per renderli adatti alle coltivazioni.

I fontanili costituiscono isole naturalistiche di notevole interesse non solo per la limpidezza delle acque ma anche per la rigogliosa vegetazione.

Per le loro caratteristiche, rappresentano rifugi ideali per gli animali, che da qui si possono scorgere in lontananza. Vengono, inoltre, definiti micro-ambienti artificiali che oggi hanno interesse prevalentemente paesaggistico ed ecologico.

Il parco è il luogo ideale per una gita fuori porta, e con i suoi sentieri permette di esplorare la natura in tranquillità.

Vediamo, quindi, quali sono i percorsi e le curiosità sul parco.

parco dei Fontanili

Percorsi e attività

All’interno dell’area si possono intraprendere dei percorsi interessanti in mezzo alla natura. Lungo i percorsi è possibile imbattersi nei fontanili del territorio. Questi sono: Benzona, Cimitero Est, Cimitero Ovest, delle Canne, delle Lotte, di Farinate, Maccherone, Ora, Oriola, Quaranta, Quarantina e Seredei.

Il Percorso Verde, ad esempio, permette di vedere alcuni dei punti più significativi del parco con un giro ad anello di 10 chilometri.

I sentieri sono percorribili sia in bicicletta che a piedi, e possono andare dai 10 ai 30 chilometri.

Il Percorso Pettirosso, di 10 chilometri, è un percorso semplice e adatto a tutte le età. Con questo sentiero possibile visitare i migliori fontanili, eccetto il fontanile delle Lotte.

Con il Percorso Pipistrello, di 18 chilometri, i visitatori possono vedere i migliori fontanili senza un’eccessiva lunghezza. Un percorso ad anello che passa anche per i comuni di Casaletto, Pieranica e Quintano.

Il Percorso Lepre, invece, è un percorso ad anello più ampio del Percorso Pipistrello, e tocca i comuni di Mozzanica e Sergnano, facendo tappa anche ad un fontanile di questi due comuni. La lunghezza di questo percorso è di circa 25 chilometri.

Infine, il percorso più lungo è quello della Cornacchia, di 38 chilometri, sempre ad anello. Questo sentiero raggiunge anche il Santuario di Caravaggio ed è uno dei percorsi più completi per vedere i fontanili sparsi per il territorio.

Scritto da Ilenia Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Zatec: la candidatura a Patrimonio UNESCO della cittadina ceca

Jaisalmer, India: cosa vedere nella città d’oro

Leggi anche
  • Weekend gourmet a Ogliastra in SardegnaWeekend gourmet a Ogliastra in Sardegna
  • Weekend vendemmia FranciacortaWeekend di vendemmia in Franciacorta
  • Loading...
  • vacanza in salentoVivere appieno la propria vacanza in Salento

    Il Salento vanta una ricchezza impareggiabile di spiagge bellissime, ma anche di patrimoni culturali, di buona cucina e tradizione.

  • Visitare FirenzeVisitare Firenze in un giorno

    Viaggiare a Firenze: un breve itinerario che illustra le principali e le più belle tappe da percorrere e da scoprire nel capoluogo toscano, considerata una delle più belle città di Italia e del mondo.

  • villapianaVillapiana: le migliori cose da vedere e da fare

    Bandiera Blu 2019, Villapiana è una meta perfetta

Contents.media