Notizie.it logo

Giardini Naxos: come viaggiare comodi in nave

Giardini Naxos: come viaggiare comodi in nave

Consigli utili su come raggiungere i Giardini Naxos, viaggiare in nave e consigli per l'acquisto di cuscini per la cervicale e pillole per il mal di mare.

I Giardini Naxos sono una bellissima località che si trova sul versante est della Sicilia, molto vicini alla forse più famosa città di Taormina. I Giardini Naxos si trovano in una straordinaria collocazione geografica a ridosso sul mare.

Con i suoi poco più di 9000 abitanti, Giardini Naxos si trova in posizione mediana tra la città di Catania e quella di Messina. Ciò la rende facilmente raggiungibile da entrambe le direzioni.

I Giardini Naxos: un po’ di storia

I Giardini Naxos erano denominati in antichità semplicemente come Naxos (ovvero Nasso) che era il nome che era stato dato al luogo dai coloni provenienti dalla Grecia nell’VIII secolo a. C.

Durante la Guerra del Peloponneso Naxos si schierò dalla parte sbagliata, ovvero da quella degli Ateniesi e per questo motivo fu vompletamente rasa al suolo e gli abitanti deportati in schiavitù.

Da quel momento in poi la storia del luogo si confonde con quella della vicinissima Taormina, dalla quale rimase dipendente in tutti i sensi fino al 1850 circa.

Il nome originario greco era intanto caduto in disuso e sostituito da quello di Giardini.

Solo di recente, in modo specifico dal 1978, si è riacquistato il nome originario e lo si è integrato con quello più recente, formando un nuovo nome: Giardini Naxos.

La storia di questa cittadina si afferma in ogni momento dell’asse temporale. E non c’è un’epoca in cui non venga nominata e anche solo citata. Motivo di ciò ne è sempre stata la straordinaria e soprattutto strategica posizione geografica, che in ultimo servi da porto di lancio per la spedizione di Garibaldi in Calabria nel 1860.

Lasciato il passato glorioso, oggi la città vive di pesca, artigianato nel campo delle ceramiche e della lavorazione dei metalli, ma soprattutto di turismo.

Il suo turismo è legato, infatti, ai lidi balneari tra i più trafficati della Sicilia, nei quali accorrono ogni anno tantissimi bagnanti che provengono da ogni parte dell’isola e non solo. Il flusso turistico di italiani e stranieri ai Giardini Naxos, infatti, è veramente molto alto e si potrebbe dire che la maggior parte della popolazione investa su questo settore.

Giardini Naxos: cosa vedere

I Giardini Naxos sono, come abbiamo detto, una delle località più belle della Sicilia orientale.

Il suo mare cristallino vi darà l’impressione di trovarvi in un paradiso tropicale avvolto com’è da colline che verdeggianti che raggiungono il mare chiudendolo come un abbraccio in una baia.

Ma oltre al mare troverete anche altro da vedere.

Non potete innanzitutto perdere la visione della Nike, il simbolo di questa località della Sicilia dell’Est. La Nike fu realizzata da Mendola nel 1965 come simbolo del gemellaggio con la Calcide Eubea.

Un itinerario di interesse è di certo quello che riguarda il centro storico, da visitare in lungo e in largo a piedi, passeggiando tra le viuzze e le piazze da cui è caratterizzato. E fra le piazze e le vie storiche più importanti non tralasciate Piazza Abbata Cacciola e Via delle Rimembranze.

Se siete appassionati di storia, invece, recatevi al sito archeologico, che comprende resti edili del periodo greco e romano e anche del periodo normanno, di cui potrete ammirare un castello.

Nel vostro tour dei Giardini Naxos, inoltre, non potrete tralasciare la visita agli edifici religiosi. Fra questi vi raccomandiamo caldamente la Chiesa madre di Santa Maria Raccomandata, la chiesa di Santa Maria Immacolata e la chiesa di San Pancrazio.

Altro luogo di interesse è la bellissima sfinge e la Porta di Naxos che è stata realizzata nel 2000 come simbolo del gemellaggio della città con le isole Cicladi.

Ma i Giardini Naxos non sono solo una meta giornaliera in cui visitare monumenti e fare passeggiate.

Ma si configurano anche come una delle città siciliane in cui la vita notturna è più movimentata.

Infine non dimenticate di fare tappa nei migliori ristoranti, le rosticcerie e nelle pasticcerie in cui potrete degustare tutti i fantastici piatti tipici della tradizione culinaria siciliana.

Giardini Naxos: come arrivare

I Giardini Naxos, come abbiamo detto si trovano in una posizione mediana tra Messina e Catania.

Da entrambe le città è, dunque, abbastanza semplice raggiungere i Giardini Naxos e viceversa.

Il modo più semplice e veloce per raggiungere la Sicilia è quello di prendere un volo diretto. Il punto di atterraggio più vicino ai Giardini Naxos è l’aeroporto internazionale di Catania Fontanarossa.

Ogni giorno sono tantissimi i voli che partono e arrivano verso/da ogni parte d’Italia o del mondo.

Una volta atterrati potrete prendere uno dei bus regionali che vi porteranno direttamente ai Giardini Naxos.

Un altro modo per raggiungere in modo diretto la Sicilia è in autobus o in nave.

Per quanto riguarda la traversata in mare, sappiate che per raggiungere i Giardini Naxos i porti tra cui scegliere sono essenzialmente due: quello di Catania e quello di Messina.

Le principali compagnie di navi e traghetti che viaggiano verso questi porti sono Snav, Tirrenia, Grandi Navi Veloci, Siremar, TTTLines, Grimaldi Lines e solo da/verso Catania c’è l’Espresso Ravenna, che collega l’isola ai porti dell’Adriatico.

Il treno può essere una opzione, ma ve lo sconsigliamo.

Viaggiando da Napoli in giù, infatti, non troverete treni veloci e ad ogni modo sarete costretti ad effettuare molti cambi, spesso fonte di confusione.

Pillole per il mal di mare

Come abbiamo detto, è possibile raggiungere la Sicilia anche via mare grazie ai servizi messi a disposizione da numerose compagnie di traghetti e trasporto navale.

In base alla distanza che dovrete percorrere sarebbe meglio valutare la possibilità di prenotare una camera a bordo in cui riposare nel corso della traversata.

E a proposito di traversata, ecco che sorgono i problemi. Se, infatti, anche voi soffrite di mal di mare ma la nave è, per varie ragioni, l’unico mezzo che potete prendere, allora è il caso di munirvi di pillole per il viaggio.

Se, infatti, soffrite di nausea e senso di vertigini o addirittura non reggete l’ondeggiare continuo, l’unica soluzione per un viaggio che sia il più tranquillo possibile è l’acquisto di pillole per il mal di mare.

Il mal di mare, infatti, può arrivare a provocare pallore, nausea seguita o meno da vomito, sudorazione fredda, ipersalivazione e agitazione.

In genere se soffrono di più i bambini, ma anche gli adulti non ne sono esenti, in particolare le donne nel periodo della gravidanza o del ciclo mestruale.

Vediamo insieme quali sono le migliori pillole per il mal di mare in commercio su Amazon.

Farmaci e pillole per il mal di mare

Se sapete già da prima di soffrire molto il mal di mare o il viaggio in generale o se sapete che lo sono i vostri bambini, sappiate che potrete ricorrere ad alcuni farmaci o ad altri rimedi per contrastare questa sensazione.

L’accorgimento è quello di assumerli alcuni minuti prima della partenza e non nel momento in cui si manifestano i primi sintomi.

Vediamo insieme, dunque, quali sono i migliori prodotti da acquistare contro il mal di mare.

Sotto ciascuna descrizione troverete i link dei relativi prodotti acquistabili su Amazon.

  • Braccialetto antinausea, è conosciuto anche come Seaband. Si tratta di un braccialetto provvisto di un bottone rigido che va posizionato circa tre dita sotto il polso per stimolare un punto che sarebbe coinvolto nel processo della nausea. Per quanto riguarda il suo reale funzionamento, questo rimane scientificamente incerto, ma non sono pochi coloro che dichiarano di averne ricavato dei benefici.
  • Zenzero. Da sempre è considerato un ottimo elemento per contrastare la nausea ed è l’ideale se vi trovate nelle condizioni di non poter assumere farmaci. La sua efficacia varia da persona a persona in base alla sensibilità individuale.
  • Farmaci. Passiamo adesso a parlare dei farmaci veri e propri, che di certo hanno un impatto e un’efficacia maggiore sull’organismo di chi li assume. In generale si tratta di antistaminici di prima generazione. In farmacia è possibile trovarli nel formato di capsule, gomme da masticare o supposte. Quelli più conosciuti sono Travelgum, Valontan e Xamamina, ma potrete chiedere al farmacista se ne esistono altri con lo stesso principio attivo. Mentre è possibile usare le pillole per il mal di mare già sui bambini sopra i 2 anni di età, per le gomme da masticare l’età sale a 4 anni. Le supposte, invece, possono essere usate solo in età adulta. Trattandosi comunque di medicinali, è consigliabile chiedere sempre il parere del vostro pediatra. Per gli adulti, invece, basta seguire le indicazioni del foglietto illustrativo. Queste medicine, da molti considerate di impatto lieve, non sono, però, esenti dagli effetti collaterali. Quello più frequente è la sonnolenza, che in certi sensi potrebbe anche rappresentare un vantaggio per affrontare il viaggio con più serenità. Questi farmaci, inoltre, possono interferire anche con l’assunzione di altri medicinali e se avete altre cure in corso è meglio contattare il medico prima di assumerli.

Consigli per viaggiare in nave

Se soffrite il mal di mare e volete godervi al meglio il viaggio, seguite allora questi piccoli accorgimenti:

  • Scegliete un posto al centro della nave, dato che in genere li si avvertono meno le onde e l’oscillare del mezzo;
  • Cercare di guardare in avanti o un oggetto lontano, evitando quanto più possibile i movimenti della testa e lo sforzo della vista con attività quali la lettura o l’uso di cellulari e tablet;
  • Cercare di respirare anche aria fresca;
  • L’ideale è trovare un compagno di viaggio con cui distrarsi e stare tranquilli senza pensare al viaggio, in alternativa potreste ascoltare musica;
  • Bere poco e a piccoli sorsi, ed evitare bevande alcoliche o acide (succhi di frutta, caffè, ecc…);
  • Fare spuntini con cibi leggeri e preferibilmente secchi quali cracker o grissini.

Cosa portare in nave

Se state per affrontare un viaggio in nave allora dovrete preparare i bagagli e pensare a tutto ciò che vi serve per affrontare la traversata.

Noi abbiamo selezionato di seguito per voi i cinque prodotti da non dimenticare in assoluto:

  • Libro. Se non soffrite il mal di mare e avete di fronte a voi un bel viaggio da affrontare, allora non c’è nulla di meglio che portare un libro. Che sia un classico impegnativo o un romanzetto leggero, o anche una rivista di moda o un quotidiano, non rinunciateci!
  • Giochi. Un altro oggetto da non dimenticare a casa è un giocattolo. Nel caso in cui abbiate bambini, infatti, potrebbe risultare molto difficile farli stare calmi e tranquilli durante tutto il viaggio: meglio trovare loro qualcosa da fare! Se siete adulti, invece, optate per un gioco da tavolo, scegliendo tra le edizioni tascabili, che entrano facilmente in borsa: il divertimento è assicurato.
  • Thermos. Non c’è nulla di più bello in viaggio della condivisione con i vostri compagni di viaggio. Perché allora non portare con voi n thermos di caffè o tè fumante da condividere tutti insieme a bordo?
  • Cuscino da viaggio. Gonfiabile, pratico e utile per reggere la testa, è l’ideale per affrontare un viaggio seduto in poltrona, magari sonnecchiando un po’.

Cuscino cervicale

Un capitolo a parte meritano i cuscini da viaggio per la cervicale. Se, infatti, come molte persone, soffrite di cervicale, il viaggio in nave potrebbe stimolarne la comparsa e ciò potrebbe a sua volta scatenare un tremendo mal di mare, seguito da nausea e giramenti di testa.

Non essendo il caso che voi passiate un viaggio così brutto, forse è meglio acquistare uno dei tantissimi cuscini da viaggio per cervicale che è possibile trovare su Amazon. Eccone alcuni:

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche