Grotte Frasassi: dove sono e dintorni

Grotta Frasassi, fiore all'occhiello delle Marche. Uno spettacolo unico!

Le Grotte di Frasassi sono una delle principali attrazioni della regione Marche. Sono state scoperte soltanto di recente, se si pensa che la prima grotta è stata trovata in maniera fortuita nell’anno 1971, per merito del Gruppo Speleologico delle Marche.

La storica spedizione da cui ebbe inizio il mito delle Grotte di Frasassi venne condotta dallo speleologo marchigiano Giancarlo Cappanera. Tre anni dopo la scoperta, le grotte sono state aperte al pubblico.

Oggi, in particolare durante la stagione estiva, si contano migliaia di visite ogni settimana. Secondo alcune fonti locali, dal 1974 ai giorni nostri abbiano visitato le grotte qualcosa come dodici milioni di visitatori.

La prima ad essere stata scoperta fu la Grotta Grande del Vento, a seguire il leggendario gruppo degli speleologi jesini riuscì a scoprire anche gli altri ambienti che vanno a costituire le grotte.

Al loro interno, sia in estate che nella stagione invernale, la temperatura rimane intorno ai 14 gradi. Di seguito le informazioni dettagliate su dove sono e cosa vedere nei dintorni.

Grotte Frasassi, dove sono

Le Grotte Frasassi si trovano presso la località di Genga, in provincia di Ancona. Rispetto al capoluogo delle Marche, le grotte distano 60 km esatti. Una volta arrivati, si rimane affascinati dal paesaggio circostante, composto da imponenti montagne rocciose.

A questo proposito, bisogna sottolineare come le Grotte di Frasassi facciano parte del Parco Naturale Regionale della Gola della Rossa e di Frasassi. Non lontano da qui si trova Fabriano, rinomato centro delle Marche conosciuto anche come la città della carta.

Se si parte da Ancona in auto bisogna mettere in conto un tragitto di circa 60 minuti. Il percorso più veloce dal capoluogo marchigiano prevede l’ingresso sulla strada statale 76 in direzione Fabriano fino all’uscita Sassoferrato in direzione Genga.

Da qui poi si entra nella strada statale 256, che in pochi chilometri consente di raggiungere agevolmente il parcheggio delle Grotte di Frasassi, situato a circa 2-3 chilometri dall’ingresso principale. Dal parcheggio, per arrivare all’ingresso delle grotte occorre salire sulla navetta gratuita, che in meno di due minuti di viaggio porta a destinazione. Una volta arrivati all’ingresso c’è poi la biglietteria dove acquistare i biglietti.

Chi parte invece da Perugia il percorso più breve è quello che prevede la percorrenza per un lungo tratto iniziale della strada statale 318 fino all’uscita per Fossato di Vico. Si entra quindi per un breve tratto sulla strada statale 3, per poi imboccare la strada statale 76 in direzione delle città di Fabriano e Jesi. Gli ultimi chilometri prevedono l’attraversamento della strada provinciale 16. Nell’ordine vengono superati i centri di Collegiglioni, Spineto e Pianello.

In alternativa, se si parte da Civitanova Marche la distanza più breve è garantita dal percorso che prevede un primo tratto sulla strada statale 77 della Val di Chienti fino all’uscita di Tolentino Est, dove si imbocca la strada provinciale numero 127.

Da qui si guida in direzione del centro abitato Taccoli, per poi entrare nella strada Septempedana (strada provinciale 361) attraversando San Severino Marche e raggiungendo il piccolo paese di Castelraimondo. Nell’ultimo tratto di strada occorre seguire le indicazioni stradali per Matelica e Cerreto d’Esi, fino all’ingresso nella strada statale 76 prendendo l’uscita per Ancona. Dopo pochi minuti si giunge al parcheggio delle grotte.

I dintorni delle grotte Frasassi

Nelle immediate vicinanze delle Grotte di Frasassi si consiglia la visita al Tempio del Valadier. Proseguendo in macchina, il piccolo parcheggio del tempio lo si raggiunge in meno di cinque minuti.

Una volta scesi dalla macchina si inizia a salire su un sentiero sempre in salita. La particolarità del Tempio del Valadier è il fatto di essere stato ricavato all’interno di una grotta. Il centro abitato più importante nelle vicinanze delle Grotte di Frasassi è invece Fabriano.

Il principale luogo d’interesse della città marchigiana è il Museo della Carta e della Filigrana. Gli amanti dell’età classica hanno la possibilità di visitare il famoso Teatro Gentile, uno dei più belli di tutte le Marche.

Scritto da Redazione Online
1 Comment
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
Giancarlo Cappanera
10 Luglio 2020 16:55

Tutta la storia della scoperta delle Grotte di FRASASSI in www.frasassigsm.it

Bergeggi: isola e spiagge

Madagascar, quando andare e cosa mangiare

Leggi anche
  • zurigoZurigo: la città più grande della Svizzera

    Zurigo è una città svizzera ricca di attrattive, come il giardino zoologico. La maggior parte degli hotel sono ben collegati con il centro

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • zermatt estate 2020Zermatt estate 2020: tutte le informazioni

    Tutte le informazioni che servono per visitare Zermatt durante l’estate 2020.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.