Ischia: cosa vedere

Cosa vedere all'isola d'Ischia, tra eccellenti insenature naturali, magnifici edifici storici e luoghi straordinari maggiormente folkloristici.

Ischia è una delle isole che compongono l’affascinante arcipelago campano. Ogni anno è in grado di attrarre a sé numerosi turisti, grazie alle sue eccellenze legate alle insenature naturali, agli edifici storici e ai luoghi maggiormente folkloristici. Ischia offre una vasta selezione di azioni da svolgere e cose da vedere, essendo un’isola ricca di vitalità.

Se si vuole optare per delle vacanze caratterizzate dal benessere e dal relax, non mancheranno occasioni per dirigersi verso le splendide spiagge di Ischia e i giardini termali. Se, al contrario, si prediligono vacanze basate sulle escursioni e sulle visite guidate dei posti memorabili di Ischia, ecco cosa vedere.

Castello Aragonese

Ischia è caratterizzata, non solo dal sole e dal mare, ma anche dalla sua inestimabile storia. Precisamente nella zona di Ischia Ponte, si erge il Castello Aragonese. Una visita guidata è assolutamente consigliata, poiché si tratta di una fortificazione che rappresenta lo spirito medievale. Altro elemento affascinante, anche perché fornisce il nome alla zona interessata, è costituito dal ponte che collega il Castello all’isola.

Il Borgo di Sant’Angelo

Il Borgo di Sant’Angelo è un paese del Mediterraneo caratterizzato per le case colorate che si stagliano sia in orizzontale che in verticale. Il centro pedonale è ricco di vita tra bar dove fare aperitivo e negozi che vendono souvenir. Si tratta di un paesaggio tra il folkloristico e gli elementi naturalistici.

La Chiesetta del Soccorso a Forio

La Chiesetta del Soccorso a Forio regala un paesaggio da cartolina, tanto affascinante da rientrare tra i luoghi più belli di Ischia. Si tratta di un edificio affacciato sul mare che richiama la storia dei marinai e delle loro donne.

Il Torrione di Forio

Vicino la Chiesetta del soccorso a Forio c’è il Torrione di Forio, luogo storico essendo stato in passato il punto da cui veniva avvisata la popolazione in caso di invasioni esterne. Grazie ad esso, gli ischitani si sono salvati da svariate disgrazie. All’interno del Torrione c’è un museo comunale dove è possibile visitare una galleria d’arte.

I giardini termali

Le acque alcaline sono terapeutiche e ad Ischia ci sono tantissimi giardini termali. I primi a scoprire le eccellenti proprietà di queste acque furono i Romani, e sin dai tempi antichi sono stati costruiti numerosi edifici termali sull’isola. I Giardini Termali Poseidon, i Giardini di Afrodite, le Terme di Castiglione e così via, offrono servizi disparati tra cascate e saune, in grado di rigenerare il corpo e la mente.

Giardini La Mortella

I giardini di Mortella offrono terme e mare immersi nella natura, tra i più grandi esempi di diffusa vegetazione mediterranea. Susana Walton ha creato questi giardini nel 1956, inserendo parecchie piante rare. Il giardino presenta diversi punti suggestivi, tra cui la cascata del coccodrillo, il Tempo del sole e la Sala Thai. Giardini La Mortella è tra i luoghi da vedere assolutamente ad Ischia.

La Baia di Sorgeto

Ci sono 234 scalini da scendere per raggiungere la Baia di Sorgeto, ma ci si potrà rilassare nella sorgente di acqua calda lì presente. Tra le altre cose, l’acqua della sorgente incrocia quella del mare, generando un paesaggio meraviglioso e una temperatura da terme.

La Sorgente di Nitrodi

Un altro luogo assolutamente imperdibile ad Ischia è rappresentato dalla Sorgente di Nitrodi. Si tratta di un’acqua termale potabile, l’unica in tutta l’isola, e possiede proprietà terapeutiche da cui trarre benefici per patologie come la gastrite, ma anche per ulcere e per una depurazione renale. Infine, l’acqua della Sorgente di Nitrodi ha un effetto cicatrizzante, in grado di purificare la pelle.

Il Monte Epomeo

Il Monte Epomeo si trova a 789 metri sul livello del mare, ed è una meta turistica di spicco per chi vuole praticare il trekking ad Ischia. In cima c’è l’antico eremo di San Nicola, un convento agostiniano situato nel tufo verde. Una volta in alto, il panorama ripaga la fatica della scalata.

Scritto da Redazione Viaggiamo
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

The Watchful Eye (2023): le location della serie

Le cinque mostre italiane del 2023 che non puoi assolutamente perderti

Leggi anche
Contentsads.com