Isole Bonin: meta turistica da non perdere

Tutte le informazioni per conoscere le meravigliose Isole Bonin.

Nell’ambito di una splendida vacanza all’insegna del relax, uno dei luoghi più belli da visitare è costituito dalle meravigliose Isole Bonin.

Isole Bonin: cosa vedere

Viaggiare permette di esplorare Paesi e località caratterizzati da paesaggi splendidi. Uno dei luoghi da non perdere assolutamente e da visitare almeno una volta della visita è costituito da alcune splendide isole, che si trovano al largo della costa del Giappone.

La loro denominazione è quella di Bonin, sebbene non sia l’unico nome con cui sono conosciute queste zone di terra circondate dall’acqua. Un altro nome con il quale si conoscono queste splendide terre è quello di Isole Ogasawara. Si tratta di un magnifico arcipelago, costituito da più di trenta tra isole e isolotti. Dal punto di vista amministrativo, le isole appartengono alla giurisdizione di Tokio. Esse sorgono infatti a meridione rispetto alla costa giapponese.

Advertisements

Prima di organizzare il prossimo viaggio in Giappone, risulta dunque molto interessante conoscere tutte le informazioni sul meraviglioso Arcipelago Bonin.

20934020_

Caratteristiche delle isole

Le splendide isole che compongono l’Arcipelago di Ogasawara si dividono in tre grandi gruppi.

Nell’insieme, le 30 isole fanno parte del meraviglioso Parco Nazionale di Ogasawara. Il clima che caratterizza questo spettacolare territorio è quello oceanico subtropicale. Le escursioni b sono rare e molto lievi, motivo per cui si tratta di luoghi perfetti per dedicarsi a una splendida vacanza rilassante. All’interno del territorio insulare si osserva un’incredibile varietà di paesaggi, oltre a una spiccata biodiversità. Durante un viaggio nell’arcipelago si possono ammirare suggestivi vulcani, spenti addirittura da secoli.

Tuttavia, esistono splendide sorgenti calde che testimoniano l’attività sotterranea di queste formazioni vulcaniche. All’interno dell’arcipelago è possibile visitare una lussureggiante foresta subtropicale. In questa zona la natura cresce florida e si possono ammirare numerose specie faunistiche tipiche del luogo. Si tratta di un paradiso incontaminato, perfetto da visitare durante una magnifica vacanza.

Come arrivare

Le splendide isole sono collegate alle principali terre del Giappone, attraverso una rete di trasporto marittima.

Per raggiungere l’arcipelago si parte dalla splendida città di Tokio. Presso il porto di Takeshiba parte infatti ogni settimana la nave Ogasawara Maru, che garantisce spostamenti agevoli verso l’arcipelago. Per muoversi all’interno delle isole ci si può spostare comodamente a piedi, date le loro ridotte dimensioni. Presso l’isola di Chichi Jima è invece disponibile un comodo servizio di autobus e taxi. Sull’isola si possono inoltre noleggiare biciclette, moto e persino auto. Inoltre, presso Iwo Jima si trova l’unico aeroporto presente nell’intero arcipelago.

Scritto da Debora Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Jodhpur, India: visita alla città blu

Entroterra romagnolo: cosa visitare

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media