Isole Ebridi: come arrivare e clima

A largo della costa occidentale della Scozia, troviamo le isole Ebridi.

Le Isole Ebridi sono un gruppo di isole della Scozia occidentale. Si suddividono in Ebridi interne ed Ebridi esterne. La più famosa è l’isola di Skye, che vanta le dimensioni maggiori e il principale centro abitato dell’arcipelato (Portree).
Se state pensando di partire per le isole Ebridi, consigliamo di consultare expedia per le migliori offerte sui voli, invece per i migliori hotel e B&B consigliamo di dare un occhio a booking

Le altre isole più famose sono Jura, Islay e Mull.

Tra le principali attrazioni da visitare alle Isole Ebridi si annoverano le Fairy Pools e l’Old Man of Storr.

Entrambe si trovano nell’isola di Skye: le prime sono delle autentiche piscine naturali che ogni anno attraggono migliaia di visitatori, in particolare durante la stagione estiva;

l’Old Man of Storr (letteralmente il vecchietto di Storr) è il punto più elevato di tutta l’isola di Skye, e lo si raggiunge attraverso una non semplice escursione che ha inizio pochi chilometri a nord della città di Portree.

Skye, Jura, Islay e Mull sono raggruppate all’interno dell’arcipelago delle Ebridi interne, mentre l’isola delle Ebridi esterne più nota è Barra, che deve la sua fama alla presenza del castello medievale Kisimul, ribattezzato come castello nel mare. Di seguito le indicazioni su come arrivare e il clima.

Traghetti per le isole Ebridi

Il principale mezzo di trasporto che mette in collegamento la parte continentale della Scozia con le isole Ebridi è il traghetto, ma esistono alcune importanti eccezioni.

Tra queste c’è anche l’isola di Skye, raggiungibile attraversando lo Skye Bridge, un ponte di poche centinaia di metri non lontano dal celebre Eilean Donan Castle. Fino a qualche anno fa lo Skye Bridge era un ponte a pagamento, ma dopo le numerose lamentele degli abitanti locali il governo scozzese decise di annullare il pedaggio.

Oggi, dunque, per raggiungere la più importante isola delle Ebridi non occorre pagare nulla.

Oltre che in auto attraversando lo Skye Bridge, i visitatori stranieri che sono atterrati all’aeroporto di Glasgow possono raggiungere comodamente l’isola di Skye salendo sul traghetto in partenza da Mallaig, che unisce l’area orientale della Scozia con Skye. La destinazione finale del traghetto è Armadale, una piccola località portuale situata nella parte meridionale dell’isola di Skye.

Così come Skye, anche l’isola di Mull è molto semplice da raggiungere. Stavolta è obbligatorio l’uso del traghetto, con ben tre compagnie marittime che offrono collegamenti giornalieri dal porto di Oban, con arrivo a Craignure.

Per raggiungere Islay, invece, è necessario recarsi presso il porto Kennacraig e da qui compiere una traversata della durata di circa due ore. Una volta giunti a Islay, si può continuare il viaggio verso l’ultima isola delle Ebridi interne più famose, vale a dire Jura. Il molo di partenza è Port Askaig, con il porto d’arrivo posizionato presso la località Feolin.

Per raggiungere le Ebridi esterne occorre mettere in conto una traversata più lunga.

L’isola di Lewis, ad esempio, è collegata con la Scozia continentale attraverso il servizio in traghetto che dal porto di Ullapool arriva al molo di Stornoway in poco meno di tre ore.

Per quanto riguarda invece l’arrivo sull’isola South Uist si consiglia la partenza in traghetto da Mallaig con destinazione il porto di Lochboisdale, con una traversata in mare della durata di oltre tre ore e mezza. Infine, l’isola di Barra è collegata in traghetto con la tratta Oban-Castlebay (durata del viaggio di poco inferiore alle sei ore).

Dati climatici

Grazie alla corrente del Golfo, il clima delle Isole Ebridi è più mite di quanto ci si aspetterebbe prima della partenza.

Il mese più freddo è quello di gennaio, con temperature comprese dai 0 ai 5 gradi, se si prende come riferimento la media della temperatura minima e della temperatura massima.

Nel mese di luglio (storicamente il mese più caldo a queste latitudini), invece, la temperatura va da un minimo di 10 gradi ad un massimo di 18 gradi. Per quanto riguarda le precipitazioni, i mesi più piovosi si concentrano in particolare in autunno e all’inizio dell’inverno.

Secondo le statistiche relative al clima delle Ebridi, ottobre, novembre dicembre e gennaio sono i mesi dove le piogge sono più abbondanti. Per una vacanza di una o due settimane meglio dunque preferire il mese di luglio o in alternativa la seconda metà di giugno o la prima metà di agosto.

Scritto da Redazione Online
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Castello Disney Germania, come arrivare

Coronado San Diego: cosa vedere

Leggi anche
  • zurigoZurigo: la città più grande della Svizzera

    Zurigo è una città svizzera ricca di attrattive, come il giardino zoologico. La maggior parte degli hotel sono ben collegati con il centro

  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • 
    Loading...
  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.