Notizie.it logo

Lago di Como: come visitare il lago e la città

lago di como

Il Lago di Como ha caratteristiche naturali specifiche che lo rendono unico al mondo. Scopri come visitarlo!

Famoso classicamente per i celeberrimi versi di Manzoni. Reso indelebile nella memoria da immagini e versi poetici. Ultimamente il Lago di Como si è affermato sempre di più, come meta del turismo nostrano e internazionale. La sua fama, meritatissima, è cresciuta anche grazie al gossip. Infatti per anni si sono rincorsi paparazzi e fan sulle sponde del Lago di Como. Il divo più famoso avvistato nei paraggi del Lago di Como è George Clooney. L’attore americano ha infatti acquistato una meravigliosa villa, che visita di frequente. Il clima mite, i panorami mozzafiato e le numerose attività disponibili hanno reso il Lago di Como un sogno per molti turisti. Che si abbia a disposizione una sola giornata o un tempo più lungo, certamente qui si troverà ciò che si sta cercando.

Per visitare Como e il suo Lago, vi consigliamo di visualizzare su Booking le migliori offerte del momento Booking.com

Lago di Como

Il Lago di Como ha caratteristiche naturali specifiche che lo rendono unico al mondo.

Innanzitutto si compone di tre differenti comparti, più comunemente chiamati rami. Di fatto il lago è formato dal bacino di Como e da quello di Lecco, che sono simili e pressoché simmetrici. Il terzo e ultimo bacino del Lago di Como è invece quello di Colico. Quest’ultimo è il ramo con la dimensione più ampia ed è situato a nord. Il lago di Como è il più profondo d’Italia, ma questo non è il suo unico primato. Infatti può vantare anche la maggiore estensione perimetrale. Inoltre è il terzo lago italiano per superficie e volume. Insomma le sue caratteristiche naturali specifiche lo rendono del tutto inimitabile. Forse anche per via di questa unicità, sempre più turisti affollano le sue coste.

In realtà il turismo qui è arrivato secoli fa. Basti pensare che già in epoca romana, il Lago di Como era conosciuto per essere una rinomata meta di vacanze e gite per i Romani più facoltosi.

Non sorprende dunque che ancora oggi i turisti arrivino da ogni parte del mondo per scoprire ed esplorare questa meraviglia. La presenza dei Romani è testimoniata anche dalle numerosissime ville e residenze che hanno edificato. Si tratta di veri e propri monumenti architettonici di cui le sponde del Lago di Como sono ricchissime.

Il turismo sul Lago di Como

Le ville e le cittadine si spargono lungo tutto il perimetro del Lago. Tutte le sponde infatti, in base alle loro caratteristiche peculiari, offrono ai turisti bellezza diverse ma sempre rare e uniche. Spesso infatti i centri e i borghi si sono sviluppati in armonia con il paesaggio naturale che li circondava e hanno dato origine a veri e propri spettacoli a cielo aperto. Il turismo quindi ha subito una spinta eccezionale sia per via dei panorami e dei paesaggi che il Lago offre sia per altri elementi peculiari.

Oltre alla moda che ha portato alla costruzione di alberghi e ristoranti esclusivi, il lago è infatti un luogo culturalmente molto vivo.

Numerosissime sono le manifestazioni che si tengono nei borghi del lago: dai festival alle rassegne, quasi ogni mese è ricchissimo di eventi. Del resto numerosissimi sono gli intellettuali che per tutti il corso dell’Ottocento e del Novecento si sono fermati sul Lago per trovare pace e scrivere le proprie opere.

Lago di Como navigazione

La navigazione sul Lago di Como è molto efficiente. Infatti è possibile utilizzare le navi a disposizione per percorrere differenti tragitti. Le tratte disponibili sono: Como – Colico; Colico – Como; Lecco – Bellagio – Lecco. Inoltre sono disponibili un Servizio navetta in centro lago e un traghetto per i veicoli. Quest’ultimo percorre una traccia che tocca Bellagio, Menaggio, Varenna e Cadenabbia.

I percorsi su acqua per il Lago di Como non sono semplicemente dei tragitti. Possono infatti essere percorsi per muoversi senza il problema del traffico in rapidità e sicurezza. Tuttavia è possibile anche scegliere una delle tratte turistiche dedicate. Esistono infatti itinerari didattici, escursioni e crociere.

In questi casi si tratta di esperienze uniche per guardare il Lago di Como con occhi nuovi.

Tour in barca sul Lago di Como

Ad esempio con l’arrivo dell’estate ci sono proposte del tutto uniche. Tutte le domeniche estive, dal 3 giugno al 2 settembre 2018 (esclusi il 10 e 24 giugno) è possibile effettuare un tour del Lago di Como. A bordo del Piroscafo Concordia sarà possibile esplorare il lago con crociere speciali con partenza da Como e dal Centrolago. Per rendere unica la gita, si può anche decidere di pranzare a bordo.

Un’altra possibilità è quella del Tour del primo bacino. La partenza è prevista da Como, senza soste intermedie. Il tour prende il via alle ore 17.15 e il rientro è previsto per le ore 18.05. A bordo sarà presente una guida turistica che renderà unica la gita fornendo informazioni sul panorama, sul Lago e sulle città che lo circondano. Il prezzo di questo tour comprende il trasporto e il servizio di guida turistica e corrisponde a 10,00 euro per gli adulti, 5,00 euro per i ragazzi dai 4 agli 11 anni.

Se invece ami il panorama del Lago con la luce del tramonto, non puoi proprio perderti questa proposta di navigazione.

Si tratta del Tour Apericena. La partenza è prevista da Como alle ore 18.30, da Cernobbio ore 18.40. Il giro della barca prosegue senza soste fino a Moltrasio, Laglio, Villa Pliniana e Torno. L’arrivo a Como è previsto per le ore 20.10, a Cernobbio per le ore 20.20. A bordo sarà presente una guida turistica che svelerà tutti i segreti del Lago.

Il prezzo di questo tour comprende il trasporto, il servizio di guida turistica e l’ apericena a buffet e corrisponde a 20,00 euro per gli adulti (di cui 12,00 euro per il biglietto e 8,00 euro per l’apericena. Invece per i ragazzi dai 4 agli 11 anni il costo è di 14,00 euro di cui 6,00 euro per il biglietto e 8,00 euro per l’apericena. Per gruppi numerosi è meglio effettuare una prenotazione.

Lago di Como città

Le città e i borghi che affacciano sul Lago di Como sono moltissimi. Si tratta di vere e proprie perle di bellezza, in cui nutrire occhi e cuore. Vediamo allora quali sono i borghi e le città da visitare.

Bellagio

Bellagio è uno dei borghi più famosi e affascinanti del Lago di Como. Si tratta di un centro sorto in epoca romana, quando i primi abitanti scelsero questo luogo idilliaco per insediarvisi. Una delle attrattive architettoniche di Bellagio è la celebre Basilica di San Giacomo. Si tratta di un luogo di culto ma di una bellezza artistica allo stesso tempo. Infatti l’interno della chiesa è decorato con meravigliosi affreschi. Questi ultimi, che ancora oggi si possono ammirare, sono opera di artisti lombardi e umbri. Anche questa è una traccia evidente di come la città rappresentasse un crocevia per il commercio e le rotte fin dal Dodicesimo secolo, quando fu eretta la basilica.

Ciò per cui forse Bellagio è più famosa però sono le ville che ne decorano il lungolago. Una delle più famose è Villa Serbelloni. La villa deve il suo nome al conte Serbelloni che contribuì a renderla il luogo meraviglioso e paradisiaco che anche oggi attrae folle di turisti. Dopo varie vicissitudini, la villa si tramuto in un hotel di lusso. In seguito venne acquistato dalla principessa Ella Walker che decise di lasciare la villa nel 1959 in eredità alla fondazione Rockefeller, attuale proprietaria dell’immobile.

Oggi Villa Serbelloni è un luogo di soggiorno dove hanno luogo incontri di studio e convegni. Per i turisti, numerosissimi, è visitabile il rigoglioso giardino. Dal mese di aprile a inizio novembre, si può non solo passeggiare per il giardino ma anche attraversarlo accompagnati da una guida turistica che ne rivelerà tutti i segreti più reconditi.

Colico

Colico è una delle cittadine meno conosciute ma non per questo la sua bellezza è meno apprezzabile, anzi. Si tratta dell’ultima città che si può incontrare lungo la sponda est del Lago di Como. Incastonata tra il Lago e il monte Legnone (2609 metri), che si trova proprio alle spalle del paese, Colico è una meta che riserva sorprese e meraviglie nascoste. La fortuna di Colico ha origini lontane e affonda le sue radici proprio nella sua posizione strategica. Infatti il paese si trova al centro dei collegamenti con la Valtellina, la Valchiavenna e il passo dello Spluga. Un punto cardine per chi doveva muoversi in questa zona e per il dominio su tutto il Lago.

Oggi chi visita Colico può godersi una passeggiata panoramica sul suo lungolago, ma non solo. In paese si può visitare Abbazia di Piona, della quale sono famosissimi il campanile e il cortile con il suo colonnato. La chiesa di San Rocco e la chiesa di San Giorgio completano l’offerta di località importanti come mete di pellegrinaggio e aree di interesse artistico. Del castello di Colico invece non rimangono che rovine, visitabili dagli appassionati di questo tipo di edifici.

Lierna

Lierna è forse uno dei centri meno conosciuti. Si tratta di un borgo che sorge sulla riva est del Lago di Como. I paesi più vicini a Lierna sono Mandello del Lario e Varenna. Il nome, così particolare del paese, giunge da una tradizione antica, segno della presenza della città fin dai secoli passati. Infatti il centro paese era probabilmente già presente in epoca celtica e deriva il suo nome dal romano Hibernia. Questo termine indica gli insediamenti invernali delle legioni romane. Lierna non è solo un piccolo paese. Infatti è costituita da ben undici piccole frazioni sparpagliate su di un territorio che si estende dalle rive del Lago di Como fino ai monti delle Grigne.

Ecco quindi un primo elemento che segna la fortuna turistica di Lierna. Si tratta della diversità di paesaggi e borghi di cui è costituita. Infatti le frazioni che si trovano in zona collinare offrono ai turisti una struttura tipicamente medioevale. I vicoli sono molto stretti e le case vicinissime le une alle altre. Una di queste aree tipicamente medioevali è quella denominata Castello. Qui i turisti possono visitare una bellissima chiesa romanica. Si tratta della chiesa dedicata ai Santi Maurizio e Lazzaro. L’interno è decorato con meravigliosi affreschi cinquecenteschi. Poiché la chiesa raccoglie anche le reliquie di S. Maurizio, la chiesa è oggetto di numerosissimi pellegrinaggi. In particolare il 22 settembre il paese festeggia il Santo Patrono con una processione molto suggestiva.

Anche Lierna è molto famosa e apprezzata per le sue ville. Tra le tante citiamo Villa Pini. Il suo nome deriva da Achille Pini, che si è occupato di ristrutturarla e rimodernarla. Anche Villa Besana o Aurelia è oggetto di visite e tour turistici. La villa è stata costruita a partire dal 1920. La sua bellezza è data soprattutto dai dettagli eclettici e liberty, che compaiono sulla facciata che dà sul Lago. La villa inoltre è circondata da un meraviglioso parco.

© Riproduzione riservata
Leggi anche
  • Visita al Lago di GardaVisita al Lago di GardaIl Lago di Garda o Benaco è il lago più grande di Italia. La parte a sud è circondata dalle colline moreniche che si ...