Lago di Vagli: come arrivare e cosa vedere

Lago di Vagli, immerso nel cuore delle Alpi Apuane, nasconde una storia speciale.

Il lago di Vagli è un invaso artificiale che si trova nel comune di Vagli di Sotto in provincia di Lucca ed è formato dallo sbarramento realizzato nel 1947 dalla SELT Valdarno, poi ENEL sul torrente Edron per la costruzione di una centrale idroelettrica.

Questa ha causato un innalzamento del livello dell’acqua di 92 metri, sommergendo vari piccoli insediamenti presenti nella valle, come Fabbriche di Careggine ed altri più minori.

Questo centro era noto per essere un insediamento di fabbri ferrai di origine bresciana, risalente al XIII secolo. Ogni volta che il lago viene svuotato per questioni di manutenzione il piccolo borgo, o quello che ne rimane, riemerge dalle acque. L’ultima volta che le rovine hanno visto la luce del sole è stato il 1994.

Come arrivare al lago di Vagli

Il lago di Vagli è immerso nel cuore delle Alpi Apuane non lontano dalla vallata della Garfagnana, in una bellissima area che attira, soprattutto in estate, molti turisti che apprezzano l’aria pura e la natura.

Raggiungere il lago non è semplicissimo, perché si trova in mezzo alle montagne, in una valle piuttosto isolata, ma le vie principali sono quelle che vengono dalla Garfagnana e dalla Versilia.

Partendo da Castelnuovo di Garfagnana si deve proseguire in direzione Camporgiano e prendere la Provinciale numero 50 per Vagli, che è una strada tortuosa di montagna e che porta direttamente al lago in circa un’ora di viaggio, se si procede abbastanza lentamente.

Se invece si proviene dalla Versilia è necessario salire fino alla Galleria del Cipollaio. La strada si prende da Serravezza seguendo le indicazioni per Castlenuovo/Modena e prosegue fino a Castelnuovo di Garfagnana con un percorso molto lungo e scenografico nella prima parte.

Lungo la via si incontra anche la centrale idroelettrica di Isola Santa. Dal capoluogo della Garfagnana la strada è la stessa già descritta.

Esiste anche una strada che proviene da Fivizzano, passando per Piazza al Serchio, ma è un percorso lungo e tortuoso, e non molto conveniente, specie perché complicato per i tantissimi tornanti.

Per raggiungere Castelnuovo invece si può se si proviene dall’autostrada Firenze-Mare uscire a Lucca e seguire le indicazioni verso la Garfagnana, percorrendola praticamente tutta. La strada fino a Castelnuovo è scorrevole e agevole, mentre dopo diventa notevolmente più tortuosa anche se si percorre tranquillamente in auto ed è in ottime condizioni, trattandosi di una via di fondovalle che collega tutta la Garfagnana fino a Piazza al Serchio.

Lago di Vagli, cosa vedere

Immerso nel parco naturale delle Apuane il lago di Vagli e rappresenta una attrattiva molto apprezzata, soprattutto in estate, quando i turisti appassionati di trekking raggiungono questa zona famosa per i bellissimi paesaggi.

Il lago contiene circa 35 milioni metri cubi di acqua ed è stato causato dalla costruzione di una diga che fu interrotta durante la guerra e terminata nel 1947 sommergendo i borghi di Pantano, di Piari e Fabbriche di Careggine i cui abitanti furono costretti ad abbandonare le case e a spostarsi altrove.

Il paese, che attualmente si trova sul fondo del lago fu costruito nel 1247 da immigrati provenienti dal nord Italia, in particolare delle zone di Brescia, che erano stati attratti dalle miniere di ferro del Monte Tambura, da cui prendevano la materia prima per il lavoro. Nella zona a tutt’ora si trovano molte enclave di discendenti di questi antichi fabbri e soprattutto nelle comunità montane più isolate si parla ancora un dialetto del nord Italia.

Il lago viene periodicamente svuotato per manutenzione ordinaria e l’ultima volta è stato liberato dalle acque nel 1994 attirando moltissimi turisti e curiosi che volevano assistere alla riemersione dell’antico borgo fantasma. Intorno al lago si trovano parecchie attrattive, in particolare legate al rafting nei torrenti e al trekking, con l’importante rifugio di Campocatino, piuttosto faticoso da raggiungere, ma dalla quale si riesce ad avere una visione completa di tutta la catena delle montagne da cui viene estratto il marmo.

Da notare anche la stravagante iniziativa del sindaco di Vagli che ha realizzato un parco di statue di marmo di persone onorevoli e disonorevoli, dove spiccano Trump, Putin e un misterioso comandante di nave. Il sindaco non è nuovo a strane iniziative come aver contattato un rabdomante per cercare alcune fonti inaccessibili

Scritto da Redazione Online

Scrivi un commento

1000

Lago di Tovel, la perla caraibica del Trentino: come arrivare

Parco dei Mostri, come arrivare e storia

Leggi anche
  • zurigoZurigo: la città più grande della Svizzera

    Zurigo è una città svizzera ricca di attrattive, come il giardino zoologico. La maggior parte degli hotel sono ben collegati con il centro

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • zanzibarZanzibar: scopri tutto su questa magnifica destinazione

    Zanzibar è meta di turisti, attratti anche da tantissimi animali e da pesci e delfini.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.