Notizie.it logo

Le tre attrazioni più belle di Amsterdam

Le tre attrazioni più belle di Amsterdam

Amsterdam non è solo la città dei mulini a vento e del Quartiere a luci Rosse, è molto di più. Tutti i turisti che l’hanno visitata, sono rimasti affascinati dal suoi spirito cosmopolita e libero, che rende tutti più euforici e spinge ad esplorare gli angoli più nascosti di questa straordinaria capitale ricca di cultura e divertimento.

Il Museo di Van Gogh

Chi arriva ad Amsterdam non può perdersi il museo che raccoglie le opere di uno dei pittori più illustri della città, Vincent Van Gogh. Questo Museo è uno dei più belli e ricchi al mondo, dedicato all’arte moderna e contemporanea, con la più grande collezione di dipinti di Van Gogh del mondo.

Oltre alle opere, sarà possibile in questo spazio conoscere di più la personalità e la vita di Van Gogh, che ha profondamente influenzato la sua carriera artistica, la sua visione del mondo e la sua passione per gli autoritratti.

Il museo è sito in Museumsplein, la piazza principale dove sorgono tutti i musei principali della città come il Rijksmuseum, lo Stedelijk Museum e I Amsterdam.

Il Tour dei canali

Una delle scenografie più tipiche e romantiche di Amsterdam riguarda i suoi caratteristici canali, che oltre a renderla la Venezia del Nord, le attribuisce una fisionomia che non ci si aspetterebbe da una nazione fredda e distante dalla nostra Italia.

L’ideale è attraversarlo in riva ai canali sopra una bicicletta, mezzo di trasporto tipico della città olandese, in alternativa ci sono numerose barche e battelli che organizzano crociere più o meno lunghe, e con la possibilità di cenare anche a bordo con animazione per i più piccoli.

Durante il percorso potrete scendere per una visita al quartiere di Jordaan, ricca di negozietti caratteristici di antiquari e artisti locali esposti in edifici rinascimentali alti circa 2 metri sul livello del mare. Qui si può respirare la vera Amsterdam.

La casa di Anna Frank

Amsterdam è anche una città ricca di storia, in particolare di storia contemporanea relativa agli anni della Seconda Guerra Mondiale, che l’hanno toccata da vicino e profondamente.

Non a caso, alcuni edifici e luoghi della città, ne portano ancora i segni fisici, e sono presenti varie case commemorative.

Il luogo che più di tutti evoca l’orrore di quegli anni, è sicuramente la Casa di Anna Frank, protagonista del famoso diario poi diventato un libro che tutti hanno letto, e che tutti ha commosso. Ogni giorno sono miliardi i turisti che si mettono in fila per visitarla e girare la libreria dietro il quale si celava il nascondiglio della famiglia Frank, per scoprire che dietro le righe della storia si nascondeva una vita vera, fatta di reali ristrettezze e di un grandissimo terrore.

La meraviglia di questo luogo vale la lunga fila e il prezzo di nove euro del biglietto, quattro e cinquanta per i ragazzi dai dieci a diciassette anni. I bambini al di sotto dei dieci anni entrano gratuitamente, i biglietti sono prenotabili anche via internet.

© Riproduzione riservata
Leggi anche