Notizie.it logo

Le località più belle per ammirare le stelle

stelle

Le oasi di buio permettono di vedere le stelle ad occhio nudo con spettacolare chiarezza.

Non serve essere appassionati di astronomia per saper apprezzare lo spettacolo di un cielo stellato: purtroppo, la forte illuminazione tipica dei centri cittadini – anche di piccole dimensioni – impedisce di vedere bene le stelle. Ma niente paura, basta spostarsi nelle cosiddette oasi di buio.

Luoghi migliori dove guardare le stelle

Quando si tratta di godersi un cielo stellato, il nemico è soltanto uno: l’inquinamento luminoso. Che si tratti di una metropoli o di un piccolo centro, le vie sono ricche di lampioni e sopra ai negozi – anche se ormai chiusi – campeggiano insegne luminose: si tratta di una ragione di sicurezza – una città illuminata è una città in cui la criminalità è più ridotta – eppure per tutti gli appassionati di stargazing significa dover andare molto lontano per poter vedere le stelle, impossibili da osservare ad occhio nudo se non in condizioni di oscurità o semi-oscurità.

Ecco quindi che si parte per le oasi di buio – anche definite riserve di cielo oscuro – che sono luoghi nei quali non soltanto l’inquinamento luminoso è ridotto a zero, ma le condizioni climatiche sono anche favorevoli.

Infatti, è necessario che l’area sia dotata di un clima secco e tendenzialmente privo di nuvole perché lo stargazing possa svolgersi senza impedimenti. Vediamo quindi quali sono le tre mete migliori dalle quali osservare le stelle:

  1. Nuova Zelanda – Per chi è disposto a spingersi molto lontano per inseguire il perfetto cielo stellato, una meta imperdibile è senza dubbio la Nuova Zelanda. Sul monte Cook – il più alto dello Stato – si trova infatti l’Aoraki Mackenzie International Dark Sky Reserve, che con i sui 4000 km quadrati è una delle oasi di buio più grandi al mondo. Solo da qui è infatti possibile vedere in modo chiaro e ad occhio nudo le nubi di Magellano, due piccole galassie irregolari che orbitano attorno alla Via Lattea, per un’esperienza di stargazing davvero unica;
  2. Cile – Un’altra riserva di cielo oscuro molto amata dagli appassionati si trova al centro del deserto dell’Atacama, in Cile. Qui infatti, all’interno dell’osservatorio astronomico di Cerro Paranal, è possibile osservare la volta celeste utilizzando i potenti telescopi messi a disposizione.

    Le visite si svolgono ogni sabato e sono gratuite, ma è necessaria una prenotazione;

  3. Greenwich – Se volete avvicinarvi al mondo dell’astronomia ma non avete i mezzi per spingervi così lontano, una soluzione può essere quella di visitare l’osservatorio astronomico di Greenwich, costruito nel XVII secolo. Al suo interno, potrai trovare il più grande telescopio del Regno Unito, strumentazioni astronomiche d’epoca e un planetario per poter osservare la volta celeste anche in caso il tempo si riveli uggioso – possibilità che in Inghilterra non è così remota.

Visitando una di queste oasi di buio sparse per il mondo sarai in grado di vedere il cielo stellato come mai prima d’ora.

© Riproduzione riservata
Leggi anche