Le location del cinepanettone “Chi ha incastrato Babbo Natale”

"Chi ha incastrato Babbo Natale" è ambientato a Roma, Vediamo in quali location sono avvenute le riprese del film.

La commedia natalizia “Chi ha incastrato Babbo Natale”, con Alessandro Siani e Christian De Sica, racconta della competizione tra il re indiscusso delle consegne dei regali di Natale e la Wonderfast, un’azienda di consegne online. Questa si sente minacciata dalla figura del vecchio signore, che come ogni anno, consegna rispettando scadenze anche impossibile i regali di Natale in tutto il mondo.

Tra boicottaggi e risate, questo film è l’ideale per vedere qualcosa di leggero in famiglia.

Le location di “Chi ha incastrato Babbo Natale”

Il film è ambientato a Roma, come molti dei film italiani: infatti si riescono a vedere alcuni scorci interessanti della Città Eterna.

Vediamo insieme nel dettaglio di quali posti si tratta.

Via dei Condotti

Nelle scene compare Via dei Condotti, che collega Piazza di Spagna a Largo Carlo Goldoni e corrisponde ad un tratto dell’antica “Via Trinitatis“, aperta nella prima metà del Cinquecento sotto il pontificato di Paolo III Farnese e proseguita sotto Giulio III.

La via, così denominata perché conduceva (e conduce ancora) a Trinità dei Monti, comprendeva anche Via della Fontanella di Borghese e Via del Clementino.

In questo viale ci sono alcuni edifici iconici dal punto di vista dell’architettura: per esempio, Ss.Trinità degli Spagnoli, il Convento dei Trinitari Castigliani e Palazzo Della Porta Negroni Caffarelli.

Piazza di San Simeone

Questa piazza prende il nome dalla chiesa dedicata a S.Simeone, della quale oggi resta soltanto la facciata e che si affaccia sull’adiacente piazza Lancellotti.

Piazza di S.Simeone è dominata dal maestoso Palazzo Lancellotti, fatto costruire dal cardinale Scipione Lancellotti ai primi del Cinquecento.

Circola un aneddotto intrigante circa il portale del palazzo: infatti venne chiuso il 20 settembre 1870 dal principe Lancellotti per protesta contro l’aggressione italiana agli Stati Pontifici e per questo sulle colonne del portale qualcuno scrisse in rosso V.V.E. (Viva Vittorio Emanuele), ancora oggi ben visibili.

Piazza Cavour

La piazza venne costruita nel del 1873 e fu dedicata al grande diplomatico e statista Camillo Benso di Cavour, artefice dell’Unità d’Italia.

Nel giardino situato al centro della piazza sorge il monumento allo statista, opera dello scultore Stefano Galletti, che ebbe una storia travagliata: la prima pietra fu infatti posta nel 1885, ma l’inaugurazione avvenne dieci anni più tardi.

Scritto da Federica Maldari
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Vulcano Villarrica in Cile: tutto ciò che ancora non sai

Epifania: dove andare in Italia e in Europa

Leggi anche
Contentsads.com