La location del film “Senza via di scampo- La vera storia di Anna Frank

Il film "Senza via di scampo- La storia vera di Anna Frank" è stato girato per lo più in Svizzera, in particolare nella città di Basilea.

“Senza via di scampo- La vera storia di Anna Frank” è un film che mette in scena un aspetto inedito della storia della famiglia di Anna Frank, di cui sono celebri i diari che scriveva durante le persecuzioni naziste.

Il film porta alla luce delle lettere appartenenti al padre di Anna, Otto, ritrovate da un archivista dello YIVO (Institute for Jewish Research) a New York.

Gli scritti testimoniano lo sforzo dell’uomo di mettere al sicuro la sua famiglia durante le persecuzioni: Otto, disperatamente, cercava di ottenere asilo per la moglie e le due figlie e di farle andare via dai Paesi Bassi, senza ottenere però il risultato sperato.

L’uomo e la sua famiglia vennero lasciati infatti in balia delle crudeltà e dell’odio nazista, che li portò alla morte nei campi di concentramento.

La location del film “Senza via di scampo- La vera storia di Anna Frank”

Il film è stato girato per lo più in Svizzera, in particolare nella città di Basilea.

Scopriamo qualcosa di più su questo luogo!

Basilea

Basilea, che si trova al confine tra Svizzera, Germania e Francia, è una città ricca di storia.

Venne fondata dai Celti e nel VII secolo d.C. divenne vescovato, proprio quando la sua economia e il suo benessere iniziarono ad incrementare.

La città è divisa in due parti dal fiume Reno, che dà così vita alla Grande Basilea a Nord e alla Piccola Basilea, a sud.

La città è caratterizzata da un’importante apertura culturale e forza economica, le quali permettono all’intero cantone di trarne vantaggio.

Una metropoli in miniatura, Basilea è una meta ambita per la sua capacità di risultare così armoniosa, nonostante sia caratterizzata da aspetti moderni e da aspetti più tradizionali.

Simbolo della città è certamente la sua cattedrale, situata accanto alle sponde del Reno nel centro storico, nell’Altstadt. L’edificio saprà sorprendervi grazie al suo aspetto, che nasce dal mix di tre stili architettonici diversi, il gotico, il romanico e il neogotico: un risultato unico!

Inoltre al suo interno sono conservate le spoglie di Erasmo da Rotterdam, importante teologo, umanista, filosofo e saggista olandese, oltre a essere riconosciuto come il maggiore esponente del movimento dell’Umanesimo cristiano.

Scritto da Federica Maldari
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come si festeggia il Carnevale a Venezia?

La fredda e desolata location del film horror “Orphan”

Leggi anche
Contentsads.com