Notizie.it logo

Mete Foggia, cosa vedere nel centro storico

mete foggia

Foggia, tantissime attrazioni culturali.

Foggia è un capoluogo di provincia situato in Puglia. Con i suoi 152.000 abitanti risulta essere terzo per popolazione nella regione e, con la sua superficie di 509 chilometri quadrati, è l’ottavo comune d’Italia per dimensioni. Foggia è situata all’interno del cosiddetto Tavoliere delle Puglie e, come molti altri grandi centri d’Italia Meridionale, fu danneggiata nel corso della storia da diversi terremoti e dalla seconda guerra mondiale. Nonostante tutto, questo comune ha mantenuto la sua grande concentrazione di patrimonio culturale e bellezza e risulta essere una località molto scelta dai turisti, anche grazie alla vicinanza ad alcune località del Gargano. Che siano 10 giorni od un semplice week-end, le mete da visitare a Foggia sono diverse.

Mete Foggia, cosa vedere

Arrivati nel centro storico è possibile osservare una moltitudine di palazzi e visitare numerose attrazioni culturali. La comodità principale è la vicinanza tra tutte queste attrazioni e la possibilità di raggiungerle tranquillamente a piedi.

Cattedrale di Foggia

Monumento principale del comune è la Cattedrale di Foggia, anche conosciuta come Chiesa della Beata Maria Vergine Assunta in Cielo.

Essa è stata costruita nel 1170 e fu distrutta durante il terremoto del 1731. Quando venne ricostruita, fu adottato uno stile diverso, vicino al barocco.

Al di sotto del centro storico sono presenti dei cunicoli sotterranei, anche detti Ipogei. Questi percorsi furono utilizzati in tempi molto antichi, come testimonia l’irregolarità della pavimentazione, ed è anche presente un pozzo che si pensa fosse utilizzato per la conservazione di derrate alimentari quali grano, mais e lana.

Nei pressi è situata anche la Porta Arpana, unica sopravvissuta tra le cinque porte che consentivano il passaggio quando la città era completamente circondata di mura.

Museo e Palazzo dell’Acquedotto

Tra gli Ipogei e porta Arpana è presente anche il Museo Civico e Pinacoteca Comunale. Esso è organizzato in diversi piani, con diversi reperti archeologici e dipinti artistici di autori foggiani e napoletani. Tra i tanti reperti, attrazione più famosa e conosciuta è la cosiddetta “tomba di Medusa“.

Uno dei simboli più importanti di Foggia è il Palazzo dell’Acquedotto.

Costruito nel 1926, costituisce la sede dell’acquedotto pugliese, a cui deve il nome. Esso è organizzato in due palazzi, con conseguenti due ingressi in vie diverse (via Scillitani e via Isonzo). I due palazzi si uniscono poi a formare un cortile centrale di forma triangolare, composto da sei piani dove risiedono famiglie ed uffici.

Piazza Cavour

Altra zona di immenso valore culturale è Piazza Cavour, punto in cui sfociano le più importanti vie di Foggia. In questa piazza ottocentesca sono situati altre due importantissime attrazioni simboliche della città: la Villa comunale e la Fontana del Sele.

Questa fontana, un tempo, poteva beneficiare dell’acqua del Sele, ed era considerata solo un’attrazione momentanea che doveva essere sostituita da un’altra fontana in bronzo e marmo, mai realizzata.

Palazzo Dogana

Altro monumento di grande rilievo è il Palazzo Dogana, costruito intorno al 1600, ha ospitato per moltissimi anni la Regia Dogana della Mena delle Pecore di Foggia.

Per quanto riguarda i giorni nostri, questo palazzo è sede della provincia di Foggia ed è anche sede della Galleria di Arte Moderna e Contemporanea.

Come moltissime strutture del comune, anche questo palazzo è stato distrutto dal terremoto nel 1731 per poi essere ricostruito con l’intenzione di essere dedicato a Seminario. L’unesco, inoltre, ha eletto il Palazzo Dogana a monumento messaggero della cultura di pace, poiché punto di riferimento dei popoli del Sud.

Oltre la cultura

Foggia è considerata anche città di grande movimento serale, soprattutto giovanile. A discapito della sua grande cultura e bellezza, infatti, sono disponibili tantissimi locali e bar, oltre che eventi, per passare un normale fine settimana all’insegna del divertimento.

Oltre che un ingente numero di pub e discoteche sono presenti anche numerose osterie che daranno la possibilità di assaggiare piatti tipici e gustare al meglio la tradizione culinaria Pugliese.

© Riproduzione riservata
Leggi anche