Notizie.it logo

Mosca cosa vedere in 3 giorni: un breve tour

mosca cosa vedere in 3 giorni

Mosca, cosa vedere nella città del Cremlino.

Mosca è la capitale della Russia. Famosa per il suo dorato (in senso metaforico) centro storico, Mosca ogni anno attira milioni di turisti da ogni parte del mondo. In previsione di una vacanza nella capitale russa, ecco una proposta di itinerario basata sulle migliori cose da vedere a Mosca in 3 giorni. Dalle principali attrazioni del centro storico all’isola di Mosca, concludendo con la visita alla parte della città moderna e contemporanea, tutto quello da sapere sulla visita a Mosca.

Mosca cosa vedere in 3 giorni

Giorno 1: il centro storico

Il primo giorno a Mosca il consiglio è di visitare il centro storico. Il tour parte dalla Piazza Rossa, che può essere raggiunta tramite le fermate della metropolitana Teatralnaya, Ploschad Revolyutsii e Okhotny Ryad.

All’interno della Piazza Rossa il monumento più celebre e fotografato dai turisti è la Cattedrale di San Basilio con le sue inconfondibili cupole colorate.

La visita prosegue al Cremlino, le cui attrazioni fondamentali sono il Palazzo dell’Armeria, le chiese e il parco. In genere, la coda principale di turisti è all’ingresso del Palazzo dell’Armeria. Terminata la visita al Cremlino, è possibile recarsi di fronte alla statua del Principe Vladimir.

Per raggiungerla è richiesta una passeggiata di circa dieci minuti. Al pomeriggio si consiglia di scoprire i quartieri storici del centro di Mosca, iniziando da Kitaj Gorod. In passato Kitaj Gorod era il quartiere dei mercanti, oggi invece i turisti e i residenti sono attirati dalla movida.

L’altro quartiere storico del centro è Kuznetsky Most, noto per essere la destinazione preferita da chi ama lo shopping. Dopo pranzo o al tardo pomeriggio si consiglia l’ingresso nei Grandi Magazzini GUM, presi d’assalto dai turisti stranieri.

Oggi i GUM di Mosca rappresentano il più importante centro commerciale di tutta la Russia.

Giorno 2: l’isola di Mosca

Il secondo giorno a Mosca è dedicato all’area che si trova al di là del fiume Moscova rispetto alla Piazza Rossa e al Cremlino. La giornata inizia con la visita alla Galleria Tretyakov, dove gli amanti dell’arte e della cultura possono ammirare la Russia sotto una luce diversa rispetto a quella spesso dipinta dai telegiornali occidentali.

Per arrivare alla Galleria Treyakov il consiglio è di scendere alla fermata Novokuznetskaya. Terminata la visita culturale, è tempo di recarsi all’isola di Mosca, situata nel bel mezzo del fiume Moscova.

L’attrazione principale è la Cattedrale di Cristo Salvatore, una delle chiese più belle presenti nella capitale russa. La visita prosegue poi con l’ingresso ai parchi Gorky e Muzeon.

Il primo è l’ideale per trascorrere qualche ora in relax al pomeriggio durante l’estate. Sempre dal parco Gorky partono inoltre le crociere fluviali lungo la Moscova, un ottimo modo per ammirare il centro di Mosca da una prospettiva diversa.

L’ultima tappa di giornata è il Monastero Novodevichi, che si raggiunge attraversando un piccolo ponte pedonale posizionato alla fine del parco Gorky per poi prendere la metro alla fermata Frunzenskaya e scendere a quella successiva (Sportivnaya). Il momento migliore per visitare il Monastero è al tramonto, per via della suggestiva atmosfera che si respira da queste parti.

Giorno 3

Moscow City è il cuore pulsante della Mosca moderna. Ce ne si rende subito conto per i numerosi grattacieli presenti. Raggiungere Moscow City con la metropolitana è abbastanza semplice, è sufficiente infatti scendere alla fermata Vystavochnaya servita dalla linea azzurra.

Una delle principali attrazioni di Moscow City è la terrazza Panorama360, situata a uno degli ultimi piani della Torre Federatsiya.

Da qui è possibile godere di una visuale mozzafiato sull’intera città.

Nella seconda parte del terzo e ultimo giorno a Mosca il consiglio è di trascorrere qualche ora presso il Parco e il Museo della Vittoria, luogo dedicato al ricordo del successo della nazione russa nella Seconda Guerra Mondiale contro la Germania nazista. Non lontano c’è la Collina dei Passeri, dove sorge l’MGU (l’Università Statale di Mosca), punto panoramico per eccellenza della capitale russa.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche