New York: come organizzare un viaggio da sogno

New York è il sogno di tanti. Trovandosi dall'altra parte del mondo è una meta impegnativa da programmare. Per facilitarvi ecco alcuni consigli utili su come organizzare un viaggio a New York.

New York è il sogno di tanti, una città che non dorme mai, fatta di moda, arte e sogni. Trovandosi dall’altra parte del mondo è un viaggio da organizzare nei minimi dettagli, quindi ecco alcuni consigli utili!

New York: come organizzare un viaggio da sogno

Se tra i vostri desideri c’è quello di andare a New York, e state programmando un bel viaggio, allora vi sarà utile seguire una piccola guida su come organizzarvi al meglio, perchè andare dall’altra parte del mondo è una cosa da pianificare nei minimi dettagli.

Scegliere il periodo migliore

La prima cosa da fare quando si sceglie una meta da visitare è decidere in quale periodo andarci. Per farlo bisogna prendere in considerazione diversi fattori: clima, stagione, eventi, costi.

Se non siete vincolati dal classico piano ferie che lascia le due settimane di agosto a disposizione, il suggerimento è quello di scegliere come periodo per visitare New York marzo-maggio e ottobre-novembre. Questo perchè in questi mesi il clima è molto equilibrato: non c’è il freddo quasi insostenibile di dell’inverno e non c’è il caldo torrido dei mesi estivi. Certo, se siete amanti del Natale, l’eccezione è bene farla, perchè la Grande Mela in questo periodo è proprio bellissima!

Preparare i documenti necessari

Ci sono due documenti fondamentali (oltre la carta d’identità) da preparare se volete andare a New York.

Il primo è il passaporto: infatti per andare in America è indispensabile che sia valido, se già lo possedete, o farlo ex novo se non lo avete ancora richiesto. E’ bene muoversi con anticipo nel caso in cui non lo aveste ancora, perchè i tempi di richiesta e di consegna del passaporto sono molto lunghi ultimamente, anche fino a 30 giorni!

Il secondo documento è l’autorizzazione ESTA. Quando si entra negli Stati Uniti come turisti, e quindi non vi si rimane per un periodo oltre i 90 giorni, non è necessario il visto immigrazione, bensì questa autorizzazione ESTA, che costa qualche dollaro, pagabile con carta di credito, e viene rilasciato quasi subito al momento della richiesta.

Nell’autorizzazione ESTA dovete indicare i riferimenti del vostro passaporto, dell’alloggio e del volo aereo. L’indicazione dell’alloggio serve a “confermare” che siete lì per turismo, e il volo aereo conferma il fatto che vi fermate meno di 90gg.

Assicurazione sanitaria

Non è d’obbligo fare un’assicurazione sanitaria, ma è fortemente consiglito. Infatti in America la sanità si paga, e non poco! Per questo motivo, per qualsiasi evenienza (speriamo remota) sarete coperti dall’assicurazione, senza dover pagare per essere curati. Inoltre solitamente le assicurazione per i turisti hanno degli extra molto interessanti, come ad esempio smarrimento bagaglio, annullamento volo, tutela legale.

La prenotazione del volo

Generalmente, una volta che si sono stabilite le date della partenza, è bene cercare e prenotare i voli subito, così da trovare prezzi e offerte convenienti.

Se avete un anticipo di 5/6 mesi potete comunque prendervi del tempo, monitorando i prezzi per vedere se scendono ulteriormente.

L’alloggio

Per quanto riguarda l’alloggio, bisogna scegliere tra un hotel o un appartamento.

Dovete considerare che girare New York è impegnativo, si esce la mattina presto per rimanere in giro tutto il giorno magari. Quindi l’hotel potrebbe essere più comodo, considerando che un appartamento va gestito (pulizie, cucinare),mentre in hotel c’è chi sistema, la colazione spesso è compresa.

Cero gli appartamenti costano un po’ di meno, ma è bene considerare di più la comodità in questi casi.

I pacchetti volo+hotel sono molto comodi e convenienti quando si organizzano viaggi così importanti, vi consigliamo di darci un’occhiata per avere tutto in un colpo solo!

Scritto da Federica Maldari
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Isola delle Bambole in Messico: la macabra storia e le immagini

Cosa vedere a Martina Franca: la guida completa

Leggi anche
Contentsads.com