Parco della Ciutadella di Barcellona: cosa vedere

La storia, la visita e le curiosità del Parco della Ciutadella di Barcellona, il primo parco della città catalana.

Il Parco della Ciutadella è uno dei più antichi di Barcellona, e ospita alcuni degli edifici e dei monumenti più importanti della città catalana. Scopriamo, quindi, cosa visitare, la sua storia e le curiosità sul suggestivo parco cittadino.

Parco della Ciutadella di Barcellona

Il parco della Cittadella è stato per molti anni l’unico parco della città di Barcellona. Il parco fu costruito sugli antichi terreni della fortezza cittadina, La Ciutadella, appunto, da cui prende il nome.

Il progetto era ad immagine e somiglianza dei giardini del Lussemburgo di Parigi. Oggi si trova nel distretto della Città Vecchia. Il parco è compreso nel triangolo tra la Estació de França, l’Arco di Trionfo e la Villa Olímpica.

Advertisements

Dispone di dieci accessi e ha un’estensione di 17,42 ettari, senza contare lo zoo di Barcellona. Nel parco si trova l’antico Arsenale della Cittadella, sede attuale del Parlamento della Catalogna.

A rendere il parco ancora più suggestivo e importante ci sono le opere realizzate dal famoso architetto Antoni Gaudí che aiuta Fontserè nella costruzione della fontana della cascata.

Barcellona

Cosa vedere

I luoghi più belli e storici del parco da non perdere sono, in primis, la Cascata Monumentale decorata sapientemente sotto i quattro cavalli dorati, e il Castello dei tre dragoni. Quest’ultimo è uno dei primi esempi di edificio modernista.

Molto particolare è, poi, l’Umbraculo, una serra situata all’interno di un mega capannone di mattoni, ferro e delle lastre di legno. All’interno si trovano diverse varietà di piante subtropicali che sopravvivono grazie ai raggi di sole che passano attraverso le asticelle di legno.

All’interno del Parco troviamo anche la ricostruzione gigante di un Mammuth, la celebre Dama del Paraguas, anche nota come la Dama con l’Ombrello che fu per molti anni il simbolo di Barcellona, un laghetto e lo Zoo di Barcellona. Infine, tappa imperdibile è la sede del Parlamento della Catalunya.

Parco

Cosa fare

Oltre a rilassarsi passeggiando tra i vialetti del parco, qui è possibile sostare per un delizioso pic nic, oppure fare aperitivo in un chioschetto rilassandosi ascoltando musiche degli artisti che ogni giorno popolano e rallegrano il parco.

Imperdibile, poi, un giro in barchetta nel laghetto del parco.

Orari e informazioni utili

Il parco si trova al Passeig de Picasso 21 o Passeig de Pujades 5. L’orario di apertura va dalle 8 alle 22 tutti i giorni e l’ingresso è gratuito.

Per raggiungere il parco la fermata della metro più vicina è “Arc De Triomf” sulla linea rossa L1 oppure Barceloneta/Villa Olimpica sulla linea gialla L4.

Scritto da Ilenia Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Nido dell’Aquila in Baviera: il rifugio di Hitler oggi

La leggenda del Lago di Carezza: misteri e curiosità

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media