Parco Regionale di Porto Venere e le sue bellezze

Tra i luoghi più incredibili della Liguria, una tappa da non perdere è il Parco Regionale di Porto Venere, custode di scorci e paesaggi incontaminati.

Una delle tappe obbligatorie di un viaggio in Liguria è il Parco Regionale di Porto Venere, un’area naturale ricca di storia e di meraviglie naturali incontaminate. Custode di bellezze paesaggistiche, il parco regionale accoglie anche zone marittime di incomparabile bellezza.

Parco Regionale di Porto Venere

Situato nella provincia della Spezia, il Parco Regionale è un tripudio di colori e di natura, e comprende alcune delle località più incredibili della Liguria.

La famosa area protetta include il comune di Porto Venere, insieme alle isole Palmaria, Tino e Tinetto. Infatti, insieme alle isole e alle Cinque Terre, il parco regionale è inserito tra i patrimoni dell’umanità dell’Unesco.

Il bellissimo parco occupa l’area più pregiata dell’estremo Levante ligure, sviluppandosi su una superficie complessiva di circa 400 ettari.

Tra i luoghi più interessanti inclusi nel parco, immancabile è la visita al centro storico di Porto Venere insieme al tratto di fascia costiera che si estende dal borgo fino alla Valle dell’Albana.

L’Area di Tutela Marina, invece, si estende partendo dal canale di Porto Venere, lungo tutta la costa sud-occidentale dell’isola fino a comprendere il tratto di mare che circonda le isole del Tino e Tinetto.

Porto Venere

Sport e attività

All’interno del parco naturale è possibile praticare un gran numero di attività per vivere esperienze indimenticabili tra adrenalina ed esplorazione.

Prima di tutto, da non perdere l’esplorazione delle meraviglie lungo la costa, con immersioni subacquee e snorkeling.

Queste attività si possono praticare all’interno delle acque dell’Area Di Tutela Marina da Secca di Dante alla Parete del Tino, dalla Grotta del Tinetto alla Secca del Tinetto, insieme alla Grotta Byron. Questi, infatti, sono i principali e più frequentati siti di immersione della zona.

Sulla terraferma, invece, imperdibili sono le passeggiate trekking. I turisti possono esplorare, infatti, il Periplo dell’Isola Palmaria, Porto Venere, le Cinque Terre e le frazioni delle Grazie e Fezzano. Tantissimi sono, infatti, i sentieri tra cui scegliere. Inoltre, tutti presentano una segnaletica aggiornata, con paletti indicatori, segni di via del CAI, e bacheche informative per meglio accompagnare ed aiutare tutti i frequentatori.

Per gli amanti delle arrampicate, invece, le pareti della Palestra di Roccia del Muzzerone sono il posto ideale per superare i propri limiti. Infatti, il Muzzerone e le sue falesie sono diventati uno dei luoghi più amati e frequentati da migliaia di arrampicatori provenienti da tutta Europa. La bellezza del paesaggio, caratterizzato dalla presenza del mare, e l’eccellente qualità della roccia, rendono la parete in pietra una delle più emozionanti e imperdibili d’Italia.

Roccia del Muzzerone

Scritto da Ilenia Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Castello di Arechi di Salerno: storia e informazioni sulla visita

Villa San Michele di Capri: visita al museo

Leggi anche
  • zurigoZurigo: la città più grande della Svizzera

    Zurigo è una città svizzera ricca di attrattive, come il giardino zoologico. La maggior parte degli hotel sono ben collegati con il centro

  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • 
    Loading...
  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.