Perché scegliere Ibiza per le vacanze in Spagna

Ibiza, punto di riferimento per i giovani di tutto il mondo con i suoi locali e le sue discoteche: le info utili prima della partenza


Tra i luoghi più conosciuti della movida spagnola, Ibiza è un punto di riferimento per i giovani di tutto il mondo, con i suoi locali e le sue discoteche. Per scoprire quando andare a Ibiza, è necessario tenere conto non solo dei flussi di turisti, ma anche delle condizioni climatiche, per evitare di dover fare i conti con un caldo eccessivo. Non è detto, per altro, che questa isola delle Baleari sia una destinazione adatta solo a chi ha voglia di scatenarsi ed è in cerca di musica a tutto volume a ogni ora del giorno e della notte. Ci sono, infatti, numerose località che sono poco frequentate persino in alta stagione, e che permettono di trovare un’oasi di relax a debita distanza dalla confusione dei lidi più affollati.

Cosa bisogna sapere prima di partire per Ibiza

I periodi più indicati per un viaggio a Ibiza vanno individuati nella stagione primaverile e in quella autunnale: in questi mesi, infatti, si può beneficiare di un clima più che favorevole. Tra il mese di ottobre e quello di marzo, quando in Italia è tempo di guanti e cappotti, le Baleari offrono comunque un clima mite e piacevole, perfetto per chi intende concedersi vacanze in Spagna a prezzi bassi, magari in occasione delle festività natalizie o a cavallo del Capodanno. Le temperature forse non sono tali da consentire una nuotata o un bagno in acqua, ma si dimostrano comunque gradevoli e, di conseguenze, offrono la possibilità di rimanere all’aria aperta senza problemi, per indimenticabili passeggiate in spiaggia.

Cala Tarida

Una delle mete che meritano di essere prese in considerazione a questo proposito è Cala Tarida, che pur non essendo distante dalle più celebri e frequentate spiagge dell’isola si propone come un rifugio in cui rilassarsi, in virtù delle molteplici calette che la contraddistinguono, alcune delle quali tanto piccole quanto isolate: vi si può accedere, prestando la dovuta cautela, direttamente dalla scogliera. Proprio le alte scogliere fanno da cornice alle spiagge di Cala Tarida, la cui sabbia chiara offre agli occhi uno spettacolo unico. Protette dal sole e dal vento, le baie sono poco affollate, e di solito frequentate unicamente dagli abitanti del posto: è anche per questo motivo che le acque del mare sono cristalline e decisamente pulite.

Es Portitxol

Se vuoi avere la certezza di affrontare le tue vacanze in Spagna senza correre rischi e sentendoti a tuo agio anche con la lingua locale, leggi la guida di viaggio che ti proponiamo. Ti potrà tornare utile anche nel caso in cui tu decida di recarti a Es Portitxol, che si trova non molto lontano dal borgo di Portinatx: questo villaggio pittoresco è situato a nord-ovest dell’isola. La spiaggia fa parte di una baia di piccole dimensioni, molto riservata e proprio per questo garanzia di pace e di tranquillità. Per chi ha voglia di tenersi alla larga dal caos, insomma, è la meta ideale, con un porticciolo ancora attivo e sfruttato dai pescatori del luogo: qui il tempo sembra essersi fermato e ancorato alle tradizioni del passato. Raggiungere la spiaggia non è troppo complicato, se si è disposti a incamminarsi lungo un sentiero stretto in corrispondenza della scogliera: la leggenda narra che i pirati saraceni lo usassero in passato quando sbarcavano qui per dedicarsi alle proprie razzie.

Cala Llentrisca

Infine, un altro dei motivi per i quali vale la pena di scegliere Ibiza per le proprie vacanze in Spagna va individuato in Cala Llentrisca, una spiaggia frequentata quasi unicamente da pescatori: ciottoli e sabbia si alternano in questo lido a forma di mezzaluna, a cui si può arrivare partendo da Sant Josep. Situata sul versante sud dell’isola, propone un’acqua pulita e trasparente che rappresenta un richiamo irresistibile per gli amanti della vita subacquea.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come diventare l’assistente di un milionario e viaggiare gratis

Meteo, le previsioni di oggi 28 marzo

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media