Ponte dell’Accademia, Venezia: tutte le informazioni

Tutte le informazioni per conoscere il bellissimo Ponte dell'Accademia di Venezia.

Il Ponte dell’Accademia è uno dei più noti da vedere durante un viaggio nella splendida città di Venezia. Si tratta di una struttura con una storia molto particolare alle spalle.

Ponte dell’Accademia, Venezia

Venezia è una città splendida da visitare, durante una vacanza.

Si tratta di uno dei luoghi più caratteristici che si possano trovare all’interno della penisola italiana. I suoi canali e i bellissimi ponti sono conosciuti in tutto il mondo. Uno dei ponti più famosi della meravigliosa città lagunare è il Ponte dell’Accademia. La storia di questo elemento architettonico veneziano inizia quasi per caso. Si trattava infatti di una struttura che inizialmente doveva avere unicamente un carattere provvisorio. La storia dell’edificazione del ponte ha radici lontane ed è interessante conoscerla prima di organizzare il prossimo viaggio a Venezia.

Il Ponte dell’Accademia costituisce infatti uno dei simboli più noti all’interno della splendida città lagunare.

ponte accademia

Le origini del Ponte

La storia del Ponte dell’Accademia iniziò durante il periodo legato al fascismo.

In quegli anni servivano infatti nuove infrastrutture, che facilitassero il passaggio tra una zona e l’altra della laguna di Venezia. Fu perciò indetto un concorso di carattere nazionale, che fu vinto dall’architetto Dullio Torres e dall’ingegnere Ottorino Bisazza. Per non dover attendere per troppo tempo l’inizio e il proseguimento dei lavori, fu posto un ponte provvisorio in legno annerito. La sua struttura prevedeva una sola arcata, che all’interno della sua categoria era la più grande mai costruita sul suolo europeo.

Il progetto di Eugenio Miozzi vide la luce in soli 37 giorni. A causa della guerra il ponte pensato per essere una struttura provvisoria divenne uno degli elementi principali dell’architettura di Venezia.

Il ponte negli anni

Per costruire il ponte il materiale utilizzato fu il legno annerito, che componeva inizialmente tutta la lunga arcata. Si tratta di un materiale che necessita di molteplici cure e di una manutenzione continua nel tempo. Durante il 1948 ci fu una sostituzione all’interno della struttura che sorregge il ponte. I nuovi arconi strutturali d’imposta in acciaio sostituirono quelli antecedenti, che erano fatti di legno. Nell’anno 1986 avvenne invece la sostituzione di tutti gli elementi il legno che componevano il ponte. L’ultima manutenzione risale invece al 2009 e non ha apportato modifiche importanti alla struttura. A causa della continua necessità di lavori di manutenzione, l’idea di realizzare il vecchio progetto di Torres e Bisazza viene tuttora presa in considerazione. Si tratta di un’idea che tuttavia al momento rimane del tutto astratta, in mancanza di una comunicazione che dia inizio ai lavori per la sostituzione del ponte.

Scritto da Debora Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Castello di Hohenzollern: storia, curiosità e visita

Nido dell’Aquila in Baviera: il rifugio di Hitler oggi

Leggi anche
  • zurigoZurigo: la città più grande della Svizzera

    Zurigo è una città svizzera ricca di attrattive, come il giardino zoologico. La maggior parte degli hotel sono ben collegati con il centro

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • zermatt estate 2020Zermatt estate 2020: tutte le informazioni

    Tutte le informazioni che servono per visitare Zermatt durante l’estate 2020.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.