Notizie.it logo

Posillipo: come arrivare e cosa vedere

posillipo

Posillipo, ricco di punti di interesse culturale e naturalistico.

Tra le zone più belle di Napoli vi è sicuramente quella di Posillipo, non a caso una delle più rinomate turisticamente, grazie ai diversi punti di interesse, culturale e naturalistico. Come si arriva a Posillipo e quali sono i luoghi da inserire in un ipotetico itinerario?
Se state pensando di partire per un viaggio a Posillipo, consigliamo di consultare expedia per le migliori offerte sui voli, invece per i migliori hotel e B&B consigliamo di dare un occhio a booking

Come arrivare a Posillipo

Arrivare a Posillipo è estremamente semplice a prescindere dal mezzo di trasporto che si decida di utilizzare. In macchina si può decidere di prendere la tangenziale di Napoli nella zona di Fuorigrotta e, semplicemente seguendo le indicazioni, nel giro di un quarto d’ora si arriverà a destinazione.

Se invece ci si trova a Napoli e non si vuole usare una autovettura, si potrà optare per la funicolare, mezzo di trasporto usuale in Campania. Ad esempio si potrebbe prendere la funicolare da Via Caracciolo e dopo essere scesi a Mergellina, altro punto assai affascinante di Napoli, pendere un autobus che conduce fino al quartiere di Posillipo.

Stesso discorso si può fare per chi si muove in treno: sarà sufficiente prendere quello con direzione Pozzuoli ed anche in questo caso prendere un autobus una volta scesi alla fermata Mergellina.

Cosa vedere nel quartiere di Posillipo

Come detto, Posillipo ha tanto da offrire sotto diversi punti di vista, a cominciare da quello prettamente ambientale.

Il primo luogo da vedere è quindi senza dubbio il Parco Virgiliano, uno dei più grandi di tutta Napoli e che grazie alla sua posizione e al sistema di terrazzamenti di cui è stato dotato nel tempo, consente di vedere in lontananza gemme quali Capri, Procida, Ischia e Nisida, oltre che i golfi di Bacoli e Pozzuoli.

Molto interessanti sono anche alcuni cartelli che riportano i pensieri di grandi artisti e letterati che qui hanno avuto modo di passare del tempo, come ad esempio Goethe. Molto interessanti da vedere sono anche dei busti di Simon Bolivar e di Ghandi, a riprova della vocazione internazionale della città partenopea.

Forse non tutti ne sono a conoscenza, ma a Posillipo si trovano anche 2 importanti tombe. La prima è quella dove riposa Giacomo Leopardi, che spirò a Napoli il 14 giugno del 1837. La lapide che ancora oggi è posta nel luogo dove il grande poeta è sepolto, venne fatta apporre dall’amico Ranieri, che evitò all’amico l’affronto di essere gettato in una fossa comune.

Sul basamento si trovano alcuni simboli, che per chi fosse incuriosito, sono quelli dell’eternità, della sapienza e dello studio.

Sulla stessa stradina che porta alla tomba di Leopardi, si trova quella ove riposa Virgilio. Stando alla tradizione, fu il poeta stesso a chiedere di essere sepolto a Posillipo, in quanto qui aveva una villa e per il grande amore da lui sempre manifestato per la città che oggi è nota con il nome di Napoli.

La scoperta del quartiere potrebbe poi proseguire con Via Posillipo: si tratta di una via panoramica che è uno dei fiori all’occhiello della Campania nel mondo. Lungo il percorso ci si può fermare ad ammirare la fontana del Sebeto di Fanzao e ciò che resta del Palazzo Donn’Anna. Da non perdere è anche la Chiesa di Santa Maria di Bellavista, che a dispetto delle sue dimensioni non eccezionali risulta essere davvero affascinante, sia per la sua posizione panoramica, sia per il perfetto stile gotico in cui è stata edificata.

Tornando a parlare di luoghi naturalistici, bisogna trovare del tempo per scoprire il Parco Pausilypon, che si trova letteralmente a picco sul mare ed è considerato uno dei punti panoramici più belli non solo d’Italia, ma del mondo.

Questa zona è decisamente affascinante non soltanto da un punto di vista naturale, ma anche storico, visto che scavi archeologici hanno riportato alla luce alcuni edifici dell’antichità, tra cui un teatro ed i resti di una struttura simile ad un piccolo stadio. Infine, prima di salutare il quartiere di Posillipo, vale la pena fare una lunga e rilassante passeggiata per altre 2 strade decisamente panoramiche, ovvero Via Orazio e Via Petrarca. Lungo il tragitto ci si potrà fermare per scoprire Casale Villanova, luogo decisamente originale, oltre che un altro luogo di culto molto interessante, ovvero la Chiesa di Santa Maria della Consolazione, che piacerà sicuramente a qualsiasi viaggiatore.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche