Saline di Marsala: visita e informazioni

Tutte le informazioni necessarie per la visita delle splendide Saline di Marsala.

Durante una vacanza in Sicilia una visita presso le Saline di Marsala è un’esperienza assolutamente da non perdere.

Saline di Marsala: visita

Le splendide Saline di Marsala si trovano nel contesto della Riserva Naturale Orientata delle Saline di Trapani e Paceco.

Si tratta di una riserva che esiste ufficialmente dal 1995 e che occupa quasi 1000 ettari di terreno. Anticamente presso la riserva si estraeva il sale marino. Al giorno d’oggi questo splendido luogo è gestito dal WWF Italia, che protegge le numerose specie aviarie che periodicamente migrano nella zona di Marsala. Durante una visita presso le saline si possono ammirare magnifici paesaggi naturali. Una delle possibilità consiste nel visitare l’esterno e l’interno dell’antico Mulino d’Infersa, con in più l’opportunità di vedere il Museo multimediale/interattivo tematico.

Si può inoltre fare una passeggiata guidata nel cuore della salina. Un’altra opzione interessante permette di passeggiare all’interno dell’oasi naturalistica. Sono inoltre previsti dei percorsi benessere, che includono la possibilità di fare rigeneranti bagni sulla crosta di sale.

saline marsala

Storia delle Saline

Probabilmente i primi a utilizzare le saline della riserva furono addirittura i fenici. Nel corso dei secoli, molte popolazioni utilizzarono questo magnifico luogo. Durante l’epoca della dominazione dei Normanni in Sicilia le saline erano già ampiamente note. Federico II di Svevia istituì il monopolio di Stato sulla produzione del sale. La stessa situazione continuò anche nel periodo in cui sull’isola dominavano gli Angioini. Gli aragonesi riportarono in auge la proprietà privata, evento che vide rifiorire le saline.

Durante l’epoca della dominazione spagnola la produzione di sale di Trapani raggiunse i suoi massimi livelli storici. Le saline di Trapani furono allora estese fino alle Isole dello Stagnone e arrivarono fino alle saline di Marsala. I mulini a vento presenti entro il territorio furono in uso fino al periodo della prima guerra mondiale. Da allora iniziò la decadenza delle saline nell’ambito della produzione fine al commercio. Attualmente le saline rivestono una grande importanza all’interno dell’ambito turistico e della produzione di sale di ottima qualità.

Biglietti

Le Saline della Laguna si possono visitare, scegliendo tra varie opzioni. Si può vedere il mulino, in aggiunta al museo tematico, per un’esperienza che arricchisce anche a livello culturale. Si può anche fare una bellissima passeggiata guidata, che include la visita del mulino. Altre opzioni prevedono un percorso benessere con annesso un bagno in vasca salata. A seconda del percorso scelto, variano gli orari e i prezzi del biglietto. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito ufficiale delle Saline.

Scritto da Debora Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Lungomare Caracciolo, Napoli: cosa vedere

Termoli, spiagge libere: cosa vedere

Leggi anche
  • zurigoZurigo: la città più grande della Svizzera

    Zurigo è una città svizzera ricca di attrattive, come il giardino zoologico. La maggior parte degli hotel sono ben collegati con il centro

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • zermatt estate 2020Zermatt estate 2020: tutte le informazioni

    Tutte le informazioni che servono per visitare Zermatt durante l’estate 2020.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.