Notizie.it logo

Tangeri: cosa vedere e spiagge migliori

tangeri

Tangeri, punto di incontro tra cultura africana ed europea.

Tangeri è la città del Marocco più nord occidentale dell’Africa, è caratterizzata da un’impronta spiccatamente internazionale data soprattutto dall’essere il punto di collegamento tra la cultura africana e quella europea, separata dalla Spagna dall’oceano nel punto chiamato lo Stretto di Gibilterra, rappresenta sia un’espressione decadente sia una più moderna.
Se state pensando di partire per Tangeri, consigliamo di consultare expedia per le migliori offerte sui voli, invece per i migliori hotel e B&B consigliamo di dare un occhio a booking

Tangeri, come tante città marocchine, ha la peculiarità di essere suddivisa tra un quartiere antico, situato in una zona definita la Medina e uno più moderno.

Il Grand Socco è il punto in cui la strada si divide in tante vie minori acciottolate e dove si trovano le moschee, il famoso Cinema Rif, oltre a tante bancarelle di prodotti artigianali, di noci secche e cibi freschi come frutta e verdura, di oggetti di antiquariato e usati. Grand Socco è il mercato permanente di Tangeri ed è adiacente all’ingresso della Medina.

Tangeri cosa vedere

La Medina rappresenta il centro della cultura e della tradizione marocchine a Tangeri, è composta di stradine tortuose trafficate dai venditori ambulanti e da tutto un insieme di bancarelle di ogni sorta che ammalieranno per il loro fascino e per l’atmosfera tipica maghrebina.

La Medina è molto battuta durante il giorno e non è mai deserta la notte, anche perché essendo bene illuminata la si può percorrere anche durante le vie serali piuttosto serenamente; è pulita ed è molto più piccola rispetto a quella di Marrakech o di Fez e questo consente di visitarla in poche ore.

Dentro la Medina sorge la Grande Moschea, nata come tempio romano nel V secolo, divenuta una cattedrale dopo la conquista portoghese e una moschea durante l’VIII; divenne poi una chiesa e infine nuovamente moschea; tutte le influenze subite durante la storia la rendono molto interessante da vedere anche dal punto di vista storico e architettonico.

Passando attraverso la Porta Bab Haha si entra nella Kasbah la quale si raggiunge camminando in salita, essendo nella parte alta della Medina.

In collina essa regala vedute sull’Oceano Atlantico e in lontananza sul Mar Mediterraneo si scorge la Spagna.

Qui giacciono i riad più belli di Tangeri: le vie sono tranquille e ci sono pochissimi e lussuosi negozi. Qui si trova uno dei tre musei di Tangeri, il Museo della Kasbah il quale si trova nel Palazzo Dar El Makhzen che è uno dei vari bei palazzi costruiti in questa zona; è adagiato su dei bei giardini in stile marocchino–andaluso ed è il palazzo dove una volta dimorava il Sultano.

Al suo interno potrete ammirare le antichità dell’arte marocchina, come statue in bronzo e mosaici, opere d’arte come Corani miniati, legni intarsiati, tessuti, tappeti berberi, ceramiche e gioielli.

Il Musée de la Fondation Lorin si trova nell’edificio dove un tempo fu eretta la sinagoga e al suo interno potrete vedere delle belle foto in bianco e nero di Tangeri.

Infine c’è il Museo della Legislazione Americana che testimonia le relazioni tra il Marocco e l’America e racconta la storia della città dal XVII fino ad oggi; si trova in un palazzo davvero bello, dalla quale vetrata, in alto, potrete osservare la città nella sua interezza.

Nella parte bassa del quartiere della Medina c’è Petit socco ovvero il vero cuore di Tangeri, il quale è stato uno dei luoghi di ritrovo per personaggi come Kerouak, GInsberg e Burroughs.

In passato Petit Socco era noto per essere luogo di prostitute e di spacciatori, mentre ora le persone si ritrovano nella piazza a bere the alla menta fatto con foglie di menta fresca e zucchero o succo d’arancia.

Tangeri oltre la Medina

La Città nuova è la moderna Tangeri, i suoi edifici moderni guardano sulla baia e sul porto, la via principale è Boulevard Pasteur e se deciderete di fare una passeggiata qui troverete le boutique di lusso, i palazzi in stile architettonico europeo e gli hotel sfarzosi. Place de France si trova al centro della Ville Neuve di Tangeri, è in stile francese ed al suo interno vi sono tantissimi bar e locali, tutti collocati intorno alla piazza.

Il Caffè Hafa è uno dei posti tradizionali di Tangeri ed è imperdibile perché è costruito su gradoni di pietra che danno sulla scogliera, esiste dal 1921 ed è stato il ritrovo dei poeti beat; potrete venire qui per qualche momento di relax da trascorrere in una delle sue belle terrazze su viste che lasciano senza fiato.

Nell’area di Cap Spartel, che guarda sullo stretto di Gibilterra, potrete visitare un’area archeologica di valore immenso chiamata Le grotte di Ercole.

Il percorso che va da Place de France verso Cap Spartel è fatto di spiagge libere, pulite e infinite.

Tangeri è famosa anche per le sue spiagge bianche, bagnate da un mare turchese e dove si possono svolgere tantissime attività o fare gite in cammello, come nella spiaggia di Dalia Beach, un villaggio di pescatori situato vicino a Port Med. Infine concedetevi una passeggiata sul lungomare Avenue Mohamed VI e respirate la brezza marina che vi farà sentire rigenerati.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche