Templi indiani famosi: la nostra guida

L'India, un luogo dalle mille tradizioni e molto spirituale, così come dimostrano i tanti famosi templi sparsi su tutto il territorio.

L’India è una terra ricca di templi, per lo più famosi. Le loro dimensioni variano da piccole strutture situate in mezzo alle strade a massicci templi antichi scavati nella roccia. Alcuni sono accecanti in oro, mentre altri sono molto più modesti.

Ci sono anche alcuni templi in India che sono ricoperti di sculture erotiche. Se decidete di visitare un tempio, ricordate che, indipendentemente dalle dimensioni o dalle condizioni, assicuratevi sempre di togliervi le scarpe prima di entrare.

Templi indiani famosi: quali sono

L’India fa parte delle più antiche civiltà del mondo ed è una terra ricca di storia, innumerevoli credenze, tradizioni e leggende che circondano le religioni. L’India è orgogliosa della sua ricca storia culturale e religiosa, essendo la terra natale delle tradizioni dell’Induismo, del Giainismo, del Buddismo e del Sikhismo.

L’India è una terra dove persone di diversi credi religiosi vivono in armonia e fratellanza. Si ritiene che l’Induismo sia la religione più antica del mondo. A differenza di altre religioni, l’Induismo non ha un fondatore ma è invece una fusione di religioni. Vari antichi manoscritti e studiosi descrivono la religione come un modo di vivere tradizionale, una religione il cui inizio e la cui fine non possono essere tracciati.

1. Tempio d’oro

Questo splendido tempio, è il più sacro di tutti i santuari Sikh. Pannelli d’oro coprono la maggior parte dell’esterno del tempio e anche la sua cupola è dorata – da qui il suo nome. Il Tempio d’Oro si trova ad Amritsar, nel Punjab, e ha una storia interessante. Si dice che Buddha abbia trascorso del tempo in questo luogo e che 2.000 anni dopo il Guru Nanak, il fondatore della religione Sikh, abbia finito per vivere qui vicino al lago. Alla fine, i suoi seguaci costruirono un tempio sul posto. Se visitate questo tempio, cercate di assistere alla cerimonia che si tiene ogni mattina per installare il Guru Granth Sahib – la sacra scrittura dei Sikh – nel tempio o alla cerimonia che si tiene ogni sera per restituirlo all’Akal Takht, la sede del Parlamento Sikh.

2. Tempio Meenakshi Amman

La maggior parte dei templi più importanti dell’India sono relativamente semplici nei colori. Non il Meenakshi Amman Temple, che è un’esplosione di colori. Situato nel Tamil Nadu sulle rive del fiume Vaigai, vanta 14 torri ricoperte da 33.000 sculture colorate ed è dedicato a Shiva e a una consorte, Parvati. C’è stato un tempio in questo sito fin dal VI secolo a.C., ma le strutture originali furono distrutte nel 1300 dal generale musulmano Malik Kafur come parte della sua missione di convertire la zona all’Islam. I templi furono comunque ricostruiti nel 1559 dal primo re Nayak di Madurai. Anche se le statue sulle torri una volta erano semplici, nel corso degli anni sono state dipinte durante i festival, creando il tripudio di colori che si può vedere oggi.

3. Templi di Khajuraho

Questi templi non sono sicuramente i più semplici, poiché sono decorati con esplicite incisioni erotiche. Ma se hai una mente aperta, potresti trovare questi templi piuttosto spettacolari. Costruiti tra il 900 e il 1130 d.C. dalla dinastia Chandela, i templi di Khajuraho si trovano nel Madhya Pradesh. Si crede che ci siano stati ben 85 templi nella zona, ma oggi ne rimangono solo 25. Non si sa bene perché questi templi Jain e Hindu vantino incisioni erotiche, ma sono molto dettagliate e mostrano uomini – e a volte animali – in una varietà di accoppiamenti edonistici. Una scuola di pensiero è che queste incisioni possono essere state fatte in onore di Kama – o la ricerca del piacere, che è considerato uno dei quattro obiettivi ammissibili nell’induismo.

4. Tempio del Loto

Il Tempio del Loto, che si trova a Nuova Delhi, è conosciuto anche come Casa di Culto Bahai o Tempio Bahai Mashriqul-Adhkar. Aperto al pubblico nel 1986, è un tempio dall’aspetto molto interessante, costruito a forma di fiore di loto. Poiché la fede Bahai crede nell'”Unità di Dio, l’Unità delle Religioni e l’Unità dell’Umanità”, il Tempio del Loto accoglie adoratori di tutte le religioni. Inoltre, in questo tempio non è permesso fare sermoni. Il Tempio del Loto è anche una chicca architettonica. La struttura, progettata dall’architetto iraniano Fariborz Sahba, vanta 27 petali di marmo che danno all’edificio la sua forma di loto.

5. Tempio Akshardham

Rispetto ad altri templi famosi in India, il Tempio Akshardham è abbastanza nuovo, essendo stato costruito nel 2005. Situato nella periferia orientale di Nuova Delhi, è il più grande tempio indù del mondo ed è stato costruito con tecniche antiche. Quindi, pur essendo nuovo, onora anche il passato con splendidi rilievi in pietra arenaria intricatamente scolpiti. Quando ci si avvicina a questo tempio mozzafiato, che si erge alto e solitario nel mezzo del complesso, ha una presenza quasi fiabesca. Il complesso del tempio Akshardham, che si trova sulle rive del fiume Yamuna, offre anche un giro in barca che vi porterà in un viaggio attraverso la storia dell’India, uno spettacolo di fontane musicali e una statua dorata alta 11 piedi di Bhagwan Swaminarayan, a cui il tempio è dedicato.

6. Tempio Ramanathaswamy

Questo tempio, che si trova sull’isola di Rameswaram nel Tamil Nadu, è dedicato al dio Shiva. Contiene uno dei 12 jyotirlingas, che sono oggetti devozionali che si suppone rappresentino Shiva. Il tempio Ramanathaswamy è anche una delle quattro destinazioni del circuito di pellegrinaggio Char Dham per gli indù. Si crede che se una persona viaggia verso tutti e quattro, tutti i peccati della sua vita passata saranno lavati via. Il grande tempio Ramanathaswamy è racchiuso da alte mura e vanta una torre orientale alta 126 piedi, una torre occidentale alta 78 piedi e 22 pozzi sacri. Il tempio ha il corridoio più lungo tra tutti i templi indù in India. I devoti devono fare il bagno nelle acque di questi pozzi sacri prima di entrare nel sancta sanctorum del tempio.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Sri Lanka: cose da vedere nella perla dell’Oceano Indiano

Singapore: cose da sapere su questa vivace città

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • Loading...
  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media