Notizie.it logo

Un Weekend alle Cinque Terre: cosa vedere assolutamente

Cosa vedere alle Cinque Terre

Cinque Terre, un luogo unico per vivere un'esperienza indimenticabile.

Le 5 terre sono una delle zone d’Italia più belle in assoluto, si tratta di 5 città situate nella parte a Levante della Liguria, in provincia di La Spezia; stiamo parlando di Monterosso, Corniglia, Vernazza, Riomaggiore e Manarola. Ad eccezione di Corniglia, posta più sull’entroterra, le altre 4 si affacciano direttamente a strapiombo sul mare.

Queste città sono chiamate 5 terre perchè, fino a non molto tempo fa, erano note per il loro isolamento, erano raggiungibili solo via terra attraverso dei sentieri immersi nella natura e piuttosto rupestri. Queste antiche vie esistono ancora e sono frequentate dagli amanti della natura e delle lunghe camminate.

Monterosso, la più grande

Monterosso era il borgo medievale tanto amato da Eugenio Montale, tant’è che ancora oggi è possibile visitare la sua casa in stile liberty. E’ la spiaggia maggiore tra le 5, dall’alto la famosa statua raffigurante Nettuno guarda verso il mare.

A Monterosso è possibile visitare anche un bellissimo castello con due torri rotonde; altrettanto bella da vedere è la Chiesa di San Giovanni.

Riomaggiore, il borgo con i murales

Riomaggiore è nota per i murales che appaiono improvvisi tra le stradine, passeggiando nelle quali si scorgono tante botteghe che vendono pietanze deliziose da mangiare sulle panchine.

Le case qui hanno ancora una doppia entrata ed erano state fatte così per garantire una via di fuga quando i saraceni attaccavano improvvisamente. Scavata nella roccia è anche la famosa Via dell’Amore, che collega Riomaggiore a Manarola.

Manarola tra ulivi e vigneti

Come già accennato, Manarola è collegata a Riomaggiore dalla famosa Via dell’Amore ed è una piccola frazione del borgo maggiore. La sua bellezza caratteristica è quella di essere piccola, fatta di piccole casette-torri colorate sui toni arancio e rosa, in perfetto stile genovese e sembra rappresenti una sorta di presepe. Da un lato si affaccia sul mare turchese e dall’altro è circondata da ulivi e da vigneti.

Vernazza, il borgo marinaro

Vernazza è il classico piccolo paesino di pescatori, se vorrete ammirarla senza perdere alcuno scorcio, vestitevi comodi, salite fino al cimitero e godetevi lo spettacolo. Passeggiate per le sue piccole vie meravigliose e perdetevi in esse.

Andate a visitare la Chiesa di Santa Margherita di Antiochia, il Castello Doria, il Belforte e la Torre del Convento dei Padri Riformati. Se amate dedicarvi al relax e alla meditazione, andate al Santuario di nostra Signora di Reggio, resterete stupefatti: vi arriverete attraverso una strada leggermente impervia, anche in questo caso vi consigliamo zaino in spalla e scarpe comode e non fatevi spaventare, camminare in mezzo alla natura lussureggiante sarà emozionante e piacevole.

Corniglia, l’unica nell’entroterra

E’ certamente il paesino che ha subito meno gli assalti del turismo di massa, forse per via della Scalinata Lardariana, composta da 377 scalini, i quali uniscono il centro del paese alla ferrovia e alla spiaggia, forse perchè tra i 4 è quello meno collegato e inoltre non è sul mare, a differenza degli altri borghi.

Arrivare è leggermente arduo, tuttavia è qui che si nasconde forse la più bella spiaggia della zona; La Spiaggia di Guvano. Visitate la Chiesa di San Pietro, il quale rosone è fatto in marmo di Carrara.

Consigli Utili per Visitare le Cinque Terre

  • Arrivate a La Spezia e lasciate i vostri bagagli più ingombranti in un deposito bagagli come StowandGo.eu
  • Usate le scarpe giuste: il sentiero dell’amore non si può fare in sandali, ci vogliono scarpe da ginnastica
  • Per visitare le Cinque Terre ci sono due card apposite. Con 7,5 Euro potrete visitare musei, parchi e tante altre cose. Se volete aggiungere la possibilità di spostarvi in treno da e verso la Spezia c’è la card apposita al costo di 16 Euro.
© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche