Goa: voli, periodo migliore, come muoversi

Goa

Il Goa al giorno d’oggi conta quasi due milioni di abitanti. Situato nella parte sud-ovest dell’India, si tratta dello stato considerato il più piccolo in fatto di superficie. Il clima è noto per essere tropicale. Ha alti picchi di umidità dovuti anche al fatto che la stagione calda di tipo permanente è alternata ai monsoni previsti da giugno a settembre.

Visitare l’India è qualcosa da fare almeno una volta nella vita. La cosa più importante da ricordare però è che per partire alla volta dello stato del Goa c’è bisogno del visto. Quest’ultimo può essere richiesto al Consolato Generale di Milano o all’Ambasciata Indiana in Italia. Difatti il visto non viene normalmente rilasciato in aeroporto all’arrivo in India. Avrà validità di sei mesi e un costo di 50 euro. Importante dunque ricordarsi di richiederlo prima di partire. Oltre a questo, poi, bisognerà avere un regolare passaporto con validità residua di almeno sei mesi.

Indispensabile poi avere ancora delle pagine bianche per far sì che possa essere apposto il visto.

Quando partire

Per questo motivo i mesi migliori in cui partire per il Goa sono considerati quelli a partire da ottobre fino a febbraio-marzo. Il motivo è presto detto: se si vuole comunque partire nei mesi meno indicati si rischia fortemente di trovare una temperatura troppo elevata oppure le classiche piogge torrenziali dovute ai monsoni. E in questi casi addio relax su alcune delle spiagge considerate le più belle del mondo.

Al contrario partire da ottobre al massimo fino a marzo permette a tutti i viaggiatori di godere di un clima eccellente. Ma non solo: fortuna vuole che da gennaio fino a marzo la popolazione del Goa concentrino più cose. In questi mesi si organizzano tutte le feste e celebrazioni che abbiano alla base la vera essenza della cultura hindi.

Voli

Arrivare a Goa senza stress e nella maniera più veloce possibile diventa ogni anno sempre più facile.

Esiste, infatti, la possibilità di raggiungere questo piccolo stato indiano in più modalità. Alcune di queste, la maggior parte in verità, comprendono degli scali e l’acquisto dei servizi a terra. Sempre più voli, invece, sono di tipo diretto.

Se si vuole partire con un volo charter internazionale e arrivare a Goa senza scali allora la soluzione migliore è quella di partire direttamente dal Regno Unito. Ma ci sono tante soluzioni alternative che comprendono anche altri stati d’Europa. Sia che si tratti di voli nazionali che internazionali comunque, l’arrivo è sempre previsto nell’unico scalo di Goa, ovvero: l’aeroporto di Dabolim, non molto lontano dalla città di Vasco da Gama.

Tante le compagnie low cost che sempre più spesso ultimamente stanno incrementando i loro voli destinati a Goa, tra queste la Spicejet e Kingfisher Airlines. Se, invece, si atterra con volo diretto le compagnie più utilizzate in India e dirette a Goa sono la Jet Airways e la Indian Airlines.

Di recente lo stato del Goa in India ha introdotto come possibilità per i suoi viaggiatori quella di poter facilmente muoversi all’interno del territorio utilizzando la comodità del treno.

Per questo si potrà fare affidamento alla Konkan Railway. La linea ferroviaria è lunga 760 km. Collega a sud lo stato del Goa a Mangalore, per un totale di 15 ore di treno. Infine con un viaggio totale di 10 ore anche con Mumbai.

Come muoversi

Per entrare direttamente a contatto con gli abitanti del Goa si può prendere l’autobus. L’India di certo non è nota per essere un posto poco affollato. Aspettatevi dunque di condividere il vostro viaggio in autobus con un numero piuttosto alto di passeggeri. Per chi, invece, non amasse tutta questa condivisione c’è sempre la possibilità di girare lo stato del Goa e tutte le sue spiagge in solitaria. Basterà affittare una moto e ricordarsi sempre di stare attenti per strada. Sarà necessario portarsi dietro tutti i documenti primari per poter guidare. Tra questi naturalmente la patente, il libretto e l’assicurazione.

Purtroppo, come accade in tanti altri paesi, le multe sono piuttosto salate.

Cercate dunque di non incorrere in nessun tipo di sanzione evitando di rovinare una bellissima vacanza. Le multe, difatti, sono il guadagno primario della polizia locale che si abbatte senza tregua sui numerosi turisti in visita del Goa.

Un altro mezzo possibile da poter utilizzare per chi vuole partire alla volta del Goa è il moto-taxi. Fondamentalmente è ritenuto uno dei mezzi più utilizzati dai viaggiatori per svariati motivi. C’è chi, infatti, non ama guidare oppure non ne è capace. Chi invece preferisce addentrarsi nella vera vita del piccolo stato indiano del Goa senza rischiare troppo guidando direttamente. Il moto-taxi è una soluzione ottimale che permette a molti di muoversi in totale autonomia senza rischi.