Atatürk Olympic Stadium di Istanbul: storia e info sulla visita

La visita all'Atatürk Olympic Stadium di Istanbul, lo stadio più capiente della Turchia, oggi stadio della nazionale di calcio turca.

L’Atatürk Olympic Stadium di Istanbul è lo stadio più capiente della Turchia e ospita gli incontri sportivi della nazionale di calcio turca. Un luogo immenso e suggestivo, molto amato dai turisti che amano lo sport.

Atatürk Olympic Stadium di Istanbul

Lo Stadio olimpico Atatürk, noto anche come Atatürk Olimpiyat Stadyumu è uno stadio che contiene 75.145 posti a sedere, rendendolo lo stadio della Turchia più capiente.

Costruito a partire dal 1999 con l’obiettivo di ospitare prima una futura edizione dei Giochi olimpici, poi una del campionato europeo di calcio, fu inaugurato ufficialmente il 31 luglio 2002. La sua costruzione è costata, in totale, 130 milioni di lire turche. L’Atatürk ha ottenuto dalla UEFA la certificazione di “stadio a 4 stelle” per le sue moderne infrastrutture ed è, inoltre, certificato dalla IAAF per ospitare manifestazioni di atletica leggera.

Advertisements

Nella sua storia, infatti, ha ospitato la finale della UEFA Champions League 2004-2005 e ospiterà quella dell’edizione 2020-2021,oltre alle gare interne della Nazionale e di molte delle squadre cittadine. Le squadre ospitate sono il Galatasaray, il Beşiktaş e l’İstanbul B.B..

Lo stadio, anche noto come Mustafa Kemal Atatürk, prende il nome dal fondatore e primo presidente della Repubblica Turca. Infatti, letteralmente Atatürk significa Padre dei Turchi.

All’interno dello stadio si contano 4 cancelli d’ingresso principali con altri 49 cancelli a pagamento. Lo Stadio Olimpico Atatürk dispone di una tribuna in cui i membri della stampa possono lavorare in modo efficace e confortevole. La tribuna accoglie fino a 669 membri della stampa offrendo anche la possibilità di connettersi a Internet. Vi è anche una sala per le interviste con il collegamento diretto con la sala conferenze della stampa per la trasmissione in diretta.

Inoltre, ci sono 2 spogliatoi per gli sportivi con i bagni con doccia, la jacuzzi, il wc. In più vi sono 6 spogliatoi per l’atletica e altri 2 spogliatoi per gli arbitri.

stadio

Storia

La costruzione dello stadio olimpico di Atatürk è iniziata nel 1999, di quello che doveva essere il più grande progetto del Parco Olimpico da realizzare in uno spazio di 584 ettari, nella regione di İkitell, a Istanbul, la culla delle civiltà. Lo stadio, che è stato completato nel 2002, ha una capacità di 75.145 persone ed è uno dei pochi stadi al mondo, anche se attivo da un periodo molto breve, ad aver già ospitato grandi incontri di calcio. È considerato, inoltre, come uno dei più importanti e grandi stadi del mondo nel libro intitolato “Stadi del Mondo“, pubblicato nel 2004 da “Cribaudo Edition”.

Come arrivare

Lo stadio si trova nel Distretto di Başakşehir, nella parte europea della città. L’Atatürk Olympic Stadium è raggiungibile con la Linea M3 della metropolitana di Istanbul dalla fermata Olimpiyat Stadi.

Scritto da Ilenia Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Bunker Tour di Ravenna: di cosa si tratta?

Isla del Coco: cosa vedere e come arrivare sul parco nazionale

Leggi anche
  • zurigoZurigo: la città più grande della Svizzera

    Zurigo è una città svizzera ricca di attrattive, come il giardino zoologico. La maggior parte degli hotel sono ben collegati con il centro

  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • 
    Loading...
  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.