Gita a Bologna con i bambini

Bologna non è solo una città ricca di storia, arte e cultura. Il capoluogo emiliano è infatti anche perfetta per bambini e famiglie che vogliono scoprirne i segreti. Scopri i luoghi da non perdere durante una gita a Bologna con i bambini.

Organizzare una vacanza o una gita fuori porta con bambini al seguito non è mai facile. Bisogna organizzare e pianificare tenendo sempre a mente che tutto può cambiare o saltare a seconda degli umori dei più piccoli. Per chi però sogna da sempre di visitare Bologna questa impresa diventa più fattibile perché il capoluogo emiliano è davvero a misura di bambino.

Sono infatti molte le tappe e attrazioni da vedere e visitare con i bambini a Bologna.

Eccone alcune.

Bologna: cosa vedere con i bambini – Musei

Museo della Zoologia e Collezione di Geologia

Tra i numerosi musei di Bologna, merita sicuramente una visita il Museo della Zoologia (Via Francesco Selmi, 3), dove i piccoli scienziati in erba potranno osservare scheletri e animali e confrontare l’anatomia delle varie specie. Al primo piano sono esposti gli animali africani e la collezione ornitologica, mentre il secondo piano è dedicato ai mammiferi e ai rettili.

Molto amata e interessante è anche la Collezione di Geologia del Museo Giovanni Capellini (Via Zamboni, 63), che fa parte dello stesso sistema museale dell’ateneo di Bologna. Si tratta di una collezione di rocce e fossili, di piante e invertebrati che espone quasi un milione di reperti raccolti in più di 500 anni di attività.

Museo della Zoologia Bologna

MamBo, il Museo d’Arte Moderna di Bologna

Il Museo d’Arte Moderna di Bologna ha come obiettivo non solo la conservazione delle opere, ma anche la promozione della conoscenza, della sperimentazione e della ricerca artistica. A questo scopo, le visite guidate e i laboratori dedicati alle famiglie sono moltissimi e frequenti. É bene consultare il calendario del museo per verificare quali offerte sono su prenotazione.

Tra le iniziative a disposizione è possibile trovare “Le Domeniche al Museo“, ovvero appuntamenti mensili per i bambini dai 5 agli 11 anni dedicati all’arte contemporanea. Queste giornate sono infatti ricche di visite animate a contatto con le opere della Collezione Permanente MAMbo, del Museo Morandi e delle mostre temporanee. Inoltre, saranno attivi tanti laboratori per vivere un’esperienza divertente e formativa al museo.

MamBo, il Museo d’Arte Moderna di Bologna

Bologna: cosa vedere con i bambini – Centro

La città nascosta dietro la finestra di Via Piella

Nel centro storico esiste un posto magico, una finestra che sembra un portale tra due realtà. Si tratta della finestra di Via Piella, una piccola apertura che offre uno scorcio particolare su quella che era la Bologna del passato, caratterizzata da case colorate affacciate su tanti piccoli canali. Con la crescita e lo sviluppo urbano, canali e torrenti sono stati interrati, ma in alcune zone scorrono ancora in superficie, offrendo scenari che sembrano cartoline.

Finestra di Via Piella

La Torre degli Asinelli e la Garisenda

Per i bambini più grandi, sportivi ed allenati, un’avventura da non perdere è la salita dei 498 scalini della Torre degli Asinelli, l’unica visitabile, per arrivare in cima e godersi un panorama mozzafiato su tutta la città. Questa torre è la più alta torre pendente d’Italia (ben 97 metri) e il suo curioso nome è dovuto alla famiglia a cui è attribuita la costruzione.

Queste due torri sono il vero simbolo di Bologna, ma non sono le uniche in città: delle 100 originarie ne sono rimaste ben 28!

148417581 5958827380809623 2667149519172621248 n

Bologna: cosa vedere con i bambini – Alla scoperta della città

Il City Red Bus

Per le famiglie che vogliono visitare tutta la città ma che preferiscono non perdere l’intera giornata camminando, una soluzione perfetta è il City Red Bus. Si tratta di moderni bus open top che portano i turisti su e giù per la città, accompagnati da guide che racconteranno la storia e le curiosità più interessanti di Bologna. Ci sono tre percorsi differenti: rosso, blu e giallo, con audioguida disponibile in 10 lingue, orari precisi e fermate prestabilite.

D’inverno il servizio è attivo solo il venerdì, il sabato, la domenica e lunedì, mentre in primavera è attivo tutti i giorni. Sono disponibili anche biglietti “stop & go” che valgono l’intera giornata di emissione.

Il City Red Bus

San Luca Express e CityBo Express

Un’alternativa al City Red Bus sono due simpatici trenini turistici: il San Luca Express e il CityBo Express.

Il San Luca Express percorre la lunga risalita del Portico di San Luca impiegando circa 30 minuti. Questo mini tour inizia da Piazza Maggiore e offre, strada facendo, un bel racconto delle vie attraversate grazie alle audioguide gratuite.

Oltre al San Luca Express è disponibile il sabato, la domenica e i festivi il CityBo Express. Questo trenino segue un itinerario circolare di 25 minuti che dal capolinea in Piazza Nettuno, va alla scoperta delle più importanti vie del centro storico, come Via Rizzoli, via San Vitale e Strada Maggiore. In questo modo i turisti e specialmente le famiglie con bambini possono raggiungere senza fatica i principali punti del centro pedonale.

CityBo Express

Scritto da Redazione Viaggiamo
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Maschio Angioino: storia e interni

Vacanza in catamarano: ecco cosa portare per un viaggio perfetto

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • Loading...
  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media