Notizie.it logo

Il brustengolo, il dolce tipico di Perugia

Immagine in evidenza predefinita Viaggiamo

Si tratta di un dolce povero, fatto un tempo con la farina di granturco, abbastanza diffuso nelle campagne umbre, dove comunque si preferiva consumare pane di frumento. La tradizione campagnola tramanda questa ricetta: alla farina di mais si aggiunge acqua bollente, l’impasto si lascia riposare l’intera notte e al mattino si aggiungono uvetta, pinoli, noci, nocciole, sottili fette di mele.

Ingredienti: farina di mais, acqua, mele tagliate a fette, uvetta, pinoli, buccia di limone grattugiata, zucchero, gherigli di noce, semi di anice (oppure mistrà), olio di oliva. Lavorazione: si impasta, a mano o con impastatrice, la farina di mais con acqua calda leggermente salata fino a raggiungere una specie di polenta abbastanza molle. Si aggiungono gli altri ingredienti amalgamando bene il composto.

Si stende il composto su una teglia alluminata ben unta fino a raggiungere lo spessore di 2 cm. circa. Si cuoce in forno a 180°C per circa 20/30 minuti. Conservazione: il prodotto fresco va conservato ad una temperatura di circa 6°/8° C per 2/3 giorni al massimo.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche