Campania: alcuni dei borghi più belli d’Italia

La Campania è una delle regioni più ricche dal punto di vista di bellezze: ecco allora una lista dei borghi più belli d'Italia in questa regione.

La Campania è un territorio incredibile, che offre spiagge meravigliose bagnate dal mare, entroterra suggestivi e città ricche di storia, dove la tradizione e il buon cibo sono le parole chiave.

Campania: alcuni dei borghi più belli d’Italia

La Campania è una delle regioni più ricche dal punto di vista di bellezze e cose da vedere.

In particolare, alcuni dei borghi più belli del nostro Paese si trova proprio qui!

Scopri la lista dei borghi da non perdere, per entrare nel vivo della tradizione campana!

Sant’Agata de Goti

Il primo che vi suggeriamo è Sant’Agata de Goti, così bello e pittoresco per via della sua posizione: si erge su una piccola terrazza di tufo e sembra quasi che sia sospeso sulla roccia.

Il borgo è la sede di due vini, il falanghina e l’aglianico, dunque non potete non fermarvi nelle piccole botteghe del luogo per assaggiare vino e buon cibo, con degustazioni, pranzi e cene.

Nusco

Di nicchia, perchè poco conosciuto, è Nusco, una piccola cittadina soprannominata come “il balcone dell’Irpinia” per la bellissima vista che si può ammirare nella parte alta della città.

Si tratta di un borgo ricco di storia, testimoniata ad esempio dai resti affascinanti del castello longobardo, chiese secolari e palazzi nobiliari antichi.

Se l’architettura vi affascina allora non mancate di visitare le tre chiese: SS. Trinità, la chiesa di S.

Giuseppe e la Cattedrale di Sant’Amato.

Cusano Mutri

Un borgo davvero suggestivo, che sorge su uno sperone roccioso a picco su una vallata.

Il centro storico è riuscito a conservare la sua antica struttura con stradine tortuose, ampie scalinate, case in pietra, edifici storici e portali sormontati da stemmi araldici.

Inoltre sono presenti resti storici del castello della città, che testimoniano l’insurrezione popolare avvenuta nel XVIII secolo.

Caiazzo

E’ una città dalle origini davvero antiche che fu occupata prima dagli Etruschi, successivamente dai Sanniti e infine divenne, tra il 312 e 306 a.C., Municipio di Roma.

Due attrazioni storiche vi lasceranno impressionati: la prima è la Cattedrale dedicata a SS. Maria Assunta che sorge in un luogo in cui prima c’era, molto probabilmente, un tempio pagano, mentre il secondo è il Castello Longobardo, una fortezza imponente che domina dall’alto il centro storico e la vallata circostante.

Castelcivita

La natura qui è in perfetta armonia con l’architettura del borgo: situata su uno sperone roccioso a 587 metri sopra il livello del mare, Castelcivita si trova all’interno del Parco Nazionale del Cilento, immersa in un paesaggio selvaggio.

Nel XIII secolo il borgo era un centro fortificato di cui oggi possiamo ancora ammirare la bellissima Torre angioina che attualmente ospita il Museo della Civiltà Contadina.

Scritto da Federica Maldari
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come organizzare una gita a Bolzano: l’itinerario

La natalizia location di “A Christmas Carol”

Leggi anche
Contentsads.com