Notizie.it logo

Cinque soste gourmet a Palermo

Palermo

Un itinerario gastronomico in cinque tappe alla scoperta della magnifica cucina palermitana e siciliana.

Palermo, una città la cui antica bellezza ed anima è da scoprire attraverso monumenti, quartieri e specialità culinarie, in un tour da leccarsi i baffi.

Tradizioni gastronomiche antiche e collegate alla vicinanza del mare e alla cultura araba, fanno di Palermo una località particolare. Una visita a questa splendida città permette di scoprire una cultura, una storia ed un’anima davvero originali, che hanno pochi eguali in Italia e che si evidenziano nello spirito caldo ed accogliente dei palermitani. Uno spirito particolare che si mostra anche nella cucina tradizionale e che si può scoprire facendo un tour in cinque soste nella Palermo più “gourmet“. La prima tappa è “La trattoria del Buongustaio”, situata in via Venezia 79, dove assaporare ottimi primi e secondi piatti tradizionali: ravioli di pescespada e calamaro alla palermitana, tra i tanti. Una seconda sosta è consigliabile farla in via Lungarini 21, dove è situata il “Carizzi d’Amuri”, ristorante accogliente ed elegante dove assaporare il gusto del mare attraverso i suoi piatti.

La terza tappa ci porta invece al “Piccolo Napoli”, in piazzetta Mulino a Vento 4, un locale-trattoria tradizionale dove si consiglia di assaggiare i rinomati spaghetti al nero di seppia. Ci spostiamo invece in piazza Principe di Camporeale 83, per visitare lo “Scrigno dei Sapori”, un ristorante intimo e piacevole, dove si è conquistati dalle specialità di casa, preparate con prodotti freschi e di alta qualità. Ultima sosta al “Gagini Restaurant”, in via Cassari 35, un locale immerso nella Palermo più antica e particolare, dove assaporare piatti particolari ma gustosi.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
  • ZagatZagat

    Zagat esiste dal 1979, raccogliendo le recensioni dei clienti sui vari ristoranti, bar e luoghi di intrattenimento di tutto il

Leggi anche