Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Notizie.it logo

Differenze tra circolo polare artico e antartico

circolo polare

Dove vivono i pinguini, e gli orsi polari? Spiegate le differenze tra circolo polare artico e antartico.

Nonostante per molti siano difficili da distinguere, o addirittura la stessa cosa, il Circolo Polare Artico e quello Antartico (o comunemente Polo Nord e Polo Sud) sono profondamente diversi tra loro.

Dalla popolazione alla fauna, dalla giurisdizione alle risorse, addirittura la stessa definizione dei due luoghi è molto distante dal somigliarsi; ma vediamo più nel dettaglio alcuni degli aspetti più interessanti.

Differenze circolo polare artico e antartico

La prima cosa che salta all’occhio è sicuramente la “composizione” dei due luoghi: mentre il Polo Nord o Artide è principalmente una grande distesa di acqua ghiacciata che galleggia sopra l’oceano (anche se comprende parti di Russia, lembi Alaska, Canada, Lapponia, Groenlandia, Islanda, e Norvegia).

Al di sotto delle enormi vastità ghiacciate dell’Antartide c’è la terra, e questo lo rende un vero e proprio continente.

Questa diversità si riflette anche sul clima. Il Polo Nord infatti ha un proprio ciclo di scioglimento e formazione dei ghiacci che segue le stagioni, con conseguente continua modifica delle superfici, ed una temperatura media intorno ai -34°.

Ben altro discorso per l’Antartide che invece rimane sempre immutato, ha delle zone di neve perenne, e che con i suoi -49° di media si conferma come “posto più freddo della Terra”.

Fauna e risorse

Anche per quanto riguarda le specie di fauna c’è ancora molta confusione; tra i più famosi animali che vivono al freddo, ce ne sono alcuni che si trovano solo in uno dei due poli e non nell’altro.

Il primo esempio è senza dubbio l’orso polare artico, che come dice il nome stesso si trova solo ed esclusivamente al Polo Nord, dove si afferma come il più grande predatore tra le altre specie presenti, come volpi artiche, renne, e alcune razze di ermellini.

Altro animale emblematico è il grazioso pinguino, che esegue le sue celebri marce soltanto al Polo Sud, e vive indisturbato grazie all’assenza di predatori naturali (uomo a parte, purtroppo) insieme a balene, elefanti marini e foche.

La questione delle risorse si rifà invece al punto precedente, ovvero la diversa “composizione” dei due territori.

Al Polo Sud, antartide, grazie alla presenza della terra e quindi del sottosuolo, è possibile infatti trovare preziose risorse, metalli e minerali come petrolio, ferro, platino, oro, argento ed altri ancora, oltre che alla maggior parte del ghiaccio mondiale. E questo ci porta dritti verso altre logiche considerazioni.

Giurisdizione

Se per il l’Artide il problema non si pone (essendo una grande distesa di semplice ghiaccio, e le parti terrestri già sottoposte a giurisdizione), in molti si chiedono chi posso sfruttare le preziose risorse del Polo Sud, “terra di nessuno” ricca di elementi che fanno particolarmente gola ai paesi confinanti (e non).

A tale proposito è stato stilato il Trattato Antartico, che sancisce come le risorse vengano utilizzate unicamente a scopo scientifico, di ricerca, mentre per il resto rimangono intatte sotto il ghiaccio.

Altra peculiarità è invece la differenza di popolazione, totalmente assente in Antartide; l’uomo, in questo caso, ha preferito nettamente il Polo Nord.

Curiosità circolo polare artico e antartico

Mentre il surriscaldamento globale ha colpito duramente l’Artide, con il tristemente noto scioglimento dei ghiacci, l’Antartide sembra invece esserne immune, ed a tratti andare addirittura in controtendenza con l’espansione delle superfici ghiacciate.

Si ipotizza che la spiegazione sia da ricercare tra le fredde correnti marine ed i venti ghiacciati che circondano il Polo Sud, apparentemente più potenti degli effetti sul cambiamento climatico attuale.

Avendo solide fondamenta terrestri, il Polo Sud presenta le caratteristiche classiche degli altri paesi, con valli, montagne, ed addirittura un vulcano ancora attivo, ovvero il Monte Erebus.

Infine, una menzione va fatta anche ai campi magnetici.

Le bussole infatti segnano per convenzione il Nord ed il sud geografico e non magnetico, che in realtà sarebbero invertiti.

A confondere ancora di più la situazione, il Nord segnato dalle nostre bussole non coincide più con il Polo Nord, ma si sta spostando anno dopo anno verso est, mentre invece il Sud (sempre quello convenzionale della bussola), è anch’esso in movimento ma ancora coincide con l’Antartide.

© Riproduzione riservata
Leggi anche