Black Monarch Hotel, Colorado: bordello diventa hotel dell’orrore

Il Black Monarch Hotel offre un'esperienza da brivido. Infatti, i suoi proprietari l'hanno restaurato perché diventasse un hotel dell'orrore.

Da bordello a hotel dell’orrore. Secondo quanto riportato dal quotidiano La Stampa, in Colorado si trova il Black Monarch Hotel, l’albergo dell’orrore e del mistero. La struttura non ha mai goduto di una “buona” fama. Infatti, trattandosi comunque di un bordello è sempre stato molto frequentato, ma le feste e la baldoria tipica della corsa all’oro hanno presto lasciato spazio a fenomeni inspiegabili, che hanno iniziato a verificarsi a seguito di un incendio.

L’hotel degli orrori

Le fonti sui “casi spettrali” al Black Monarch non sono tante, ma tutte concordano che l’edificio non è stato più lo stesso dopo l’incendio che lo ha quasi distrutto. Oggi, nell’era del digitale e dei social network, i nuovi proprietari del Black Monarch hanno deciso di non sfidare le vecchie leggende che aleggiano intorno alla struttura, ma hanno pensato di sfruttarle.

Ecco quindi che grazie a un lavoro di restauro, il vecchio bordello è diventato un vero e proprio hotel, ma con qualcosa in più da offrire.

Advertisements

Infatti, dormire al Monarch non sarà esattamente un’esperienza “serena”, perché l’edificio vanta una forte identità horror. I modelli di ispirazione – conferma La Stampa – sono stati essenzialmente 2: Elisabetta Bathory e Henry Howard Holmes. Mentre la prima è stata soprannominata la “contessa Dracula”, accusata di aver torturato e ucciso centinaia di giovani donne, il secondo è noto come un assassino seriale a cui sono stati attribuiti oltre 200 omicidi. Holmes si fece addirittura costruire un enorme edificio con un dedalo di camere: una trappola mortale per chiunque vi si addentrasse.

Il fascino del brivido

Il successo del Black Monarch Hotel consiste proprio nell’opportunità che gli ospiti hanno di vivere una “notte di paura”. In fin dei conti, le camere – adornate con i teschi di animali muniti di corna – fanno di tutto per costringere i clienti a tenere gli occhi aperti e in allerta. I proprietari hanno curato ogni dettaglio, volendo ribadire che al Monarch c’è poco da stare tranquilli.

Per gli amanti della serie cinematografica de La Casa, o dei romanzi di Stephen King l’hotel rappresenta un must, soprattutto per le atmosfere tetre che offre.

Del resto, è stato proprio il maestro del brivido a definire come l’essere umano sia costantemente attirato dal fascino di quel brivido. Il paragone che King utilizza è quello di una falena attratta dalla luce della lanterna elettrica che la fulminerà. Un’immagine che non potrebbe definire meglio come il genere horror – nelle sue diverse declinazioni – riesca ancora ad attirare il pubblico.

Per i più coraggiosi o amanti del brivido, quindi, il Black Monarch Hotel è una meta assolutamente da non perdere.


Scritto da Andrea Danneo
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Parigi, Notre Dame: come sarà ricostruita?

New York: ecco le esperienze più belle per una vacanza lussuosa

Leggi anche
  • Zoom TorinoZoom Torino, il primo parco bioimmersivo d’Italia

    Alla scoperta del primo ed unico parco bioimmersivo d’Italia: zoom Torino

  • zocalo città del messicoZocalo, Città del Messico: storia e attrazioni

    Tutte le informazioni per conoscere Zocalo, da visitare a Città del Messico.

  • zanna biancaZanna Bianca, il film che ti porta in Canada

    Per celebrare l’uscita del film Zanna Bianca, Alidays e Geo Travel in collaborazione con Adler Entertainment hanno organizzato un concorso a premi.

  • Yosemite National Park: l'effetto delle cascate di fuoco al tramontoYosemite National Park: l’effetto delle cascate di fuoco al tramonto

    Nel mese di Febbraio le cascate del Yosemite National Park, le Horsetail Fall, sembrano far cadere della lava. Gli esperti: “è un’illusione ottica”.

  • 
    Loading...
  • yawarakan's cafe il bar dei pelucheYawarakan’s cafe: dove si trova il bar dei peluche?

    Tutte le informazioni e le curiosità sul Yawarakan’s cafe: il bar dei peluche.

Contents.media