Germania, tra storia e cultura: i monumenti più importanti

Se siete curiosi di sapere quali sono i monumenti più importanti della Germania, per conoscere storie affascinanti, abbiamo per voi una classifica!

La Germania è uno dei paesi europei con un bagaglio culturale tra i più ricchi, visto il ruolo che ha avuto negli avvenimenti più importanti della storia, come per esempio le due guerre mondiali.

Tutto questo bagaglio culturale si racconta attraverso i monumenti e gli edifici che sorgono nel paese, e che ogni anno attirano visitatori desiderosi di percorrere le linee del passato.

Germania: i monumenti più importanti

Se siete curiosi di sapere quali sono i monumenti più importanti della Germania, per conoscere storie affascinanti riguardanti il nostro passato, ecco la classifica con i più importanti e interessanti del paese!

Memoriale delle vittime dell’Olocausto

Il primo tra i monumenti che vi consigliamo di visitare è il Memoriale delle vittime dell’Olocausto, testimone di una colpa e del momento più buio della Germania nazista.

Il memoriale è situato nel quartiere Mitte di Berlino ed è stato progettato dall’architetto Peter Eisenman nel 1994, con la voglia di dare voce alle vittime dell’Olocausto.

Quello che lo spettatore si trova davanti è un complesso di blocchi rettangolari, tutti uguali, che suscita un senso di sconforto e desolazione, mettendolo di fronte alla vastità del numero delle vittime che hanno perso la vita durante il regime nazista.

East Side Gallery

Si tratta del monumento più colorato e vivace di tutta la Germania: la East Side Gallery è un vero e proprio museo a cielo aperto, dove una parte del muro di Berlino è stata utilizzata come parete per murales, fatti da diversi artisti.

Le tematiche che vengono affrontate sono quelle della libertà e della pace, che si manifestano attraverso i colori e immagini politiche, coprendo il muro, simbolo di divisione, sofferenza e guerra.

Il graffito più famoso è quello del bacio tra Erich Honecker, Presidente della DDR, e Leonid Brežnev, segretario dell’URSS. Un bacio che doveva simboleggiare la collaborazione e la pace tra i due paesi.

Porta di Brandeburgo

Una splendida costruzione in stile neoclassico, che a partire dal 1700 divenne simbolo indiscusso della città di Berlino.

Il monumento venne commissionato da Federico Guglielmo II di Prussia, per simboleggiare la pace del paese, rimandando anche alla sovranità di quest’ultimo, facendo un parallelismo con lo splendore dell’antica Grecia attraverso lo stile della costruzione.

Castello di Neuschwanstein

In Baviera si trova il maestoso Castello di Neuschwanstein, la cui costruzione fu commissionata dal re Ludovico II e durò più di 15 anni.

Venne costruito per essere la tenuta personale del re Ludovico II di Baviera, che lo pagò senza attingere alle risorse dello Stato.

La sua architettura è molto scenica, fatta di guglie appuntite e che si slanciano verso il cielo, colori tenui e delicati che lo rendono molto elegante. Pensate che è proprio il castello da cui Walt Disney prese ispirazione per le sua fiabe!

Scritto da Federica Maldari
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

San Valentino: qualche idea per delle mete al caldo

La location del film “Mea Culpa”: dove si trova?

Leggi anche
Contentsads.com