Come organizzare un viaggio nella magica Arabia Saudita

L’Arabia Saudita si è aperta da poco al turismo non religioso. Quindi questo è un momento perfetto per visitarla. Ecco come organizzare il viaggio.

L’Arabia Saudita è una meta magica, il posto migliore per apprezzare la cultura e le usanze del mondo orientale: profumi, colori, cibo, religione, un paese tutto da scoprire.

Come organizzare un viaggio in Arabia Saudita

L’Arabia Saudita si è aperta da poco al turismo non religioso.

Infatti a differenza di anni fa, ora si può entrare nel paese senza aggregarsi ai rarissimi gruppi di tour operator locali e le donne sole possono spostarsi liberamente. Si sono aperte quindi le porte a un turismo più libero.

Ecco delle linee guida da seguire se state pensando di organizzare un viaggio alla scoperta dell’Arabia!

Come arrivare

La soluzione migliore è chiaramente l’aereo: è bene prendere in considerazione di fare gli scali, in quanto il paese è davvero vasto e ritornare nella città di partenza vi farebbe solo sprecare del tempo.

I documenti

Per visitare e accedere all’Arabia Saudita per noi cittadini esteri è necessario il visto. Il documento può essere richiesto in pochi comodi passi online, ricevendolo in breve tempo.

Per richiedere il visto turistico online bisogna caricare una fototessera, inserire i dati del documento e del viaggio, accettare le condizioni e pagare €135 che includono anche l’assicurazione sanitaria. Il visto è valido per massimo 90 giorni consecutivi durante l’anno di validità con lo stesso visto.

Cambiare il denaro

La soluzione migliore è prelevare sul posto, direttamente con la carta, anche perchè lì è una pratica molto diffusa e non avrete problemi. L’importante è evitare di prelevare perchè le banche applicano delle commissioni che non sono molto economiche!

Prima di partire è comunque bene avere con se un po’ di cash, la valuta è il riyal saudita (SAR), che può servire per piccoli acquisti a bancarelle e mercati.

Internet

Per avere Internet in Arabia Saudita potrete fare delle SIM direttamente in aeroporto, così da poter accedere a social media, mappe online e tutto ciò che vi serve.

Per quanto riguarda l’elettricità: se dovete portare phon, piastre o altri aggeggi elettronici, ricordatevi che le spine elettriche sono di tipo G, quindi c’è bisogno di un adattatore tipo britannico.

Scritto da Federica Maldari
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Cosa vedere nella magica città di Agra

Cosa vedere a Cocconato: le attrazioni migliori

Leggi anche
Contentsads.com