Arabia Saudita: cosa vedere, le migliori attrattive

Tutte le informazioni che servono per sapere cosa vedere in Arabia Saudita.

Prima di partire per un magnifico viaggio in Arabia Saudita, è molto interessante sapere cosa vedere per godersi al meglio la permanenza in questo splendido territorio.

Arabia Saudita: cosa vedere

L’Arabia Saudita è un Paese che vale assolutamente la pena vedere almeno una volta nella vita.

All’interno del suo sconfinato territorio si possono ammirare paesaggi naturali decisamente suggestivi, tra i quali prevale senza alcun dubbio il deserto. Inoltre, è possibile visitare località decisamente importanti, che ricoprono un ruolo di spicco all’interno della cultura e della tradizione islamica. Il modo più consigliato per visitare l’Arabia Saudita è attraverso un tour organizzato, che permette di girare per il Paese in totale sicurezza. Purtroppo, Mecca e Medina sono accessibili unicamente ai musulmani e dunque non è possibile recarsi in visita in queste magnifiche località. Ciononostante, l’Arabia Saudita è ricca di luoghi decisamente imperdibili, capaci di rendere una vacanza assolutamente indimenticabile. Prima di partire, è molto interessante sapere quali sono le attrattive più belle da vedere.

Riyadh

Riyadh

La città di Riyadh è la capitale e la sede del governo dell’Arabia Saudita e si trova nell’entroterra del Paese. Una delle caratteristiche più interessanti di questa località è il particolare mix tra edifici moderni e palazzi costruiti secondo lo stile islamico classico. Nel corso della permanenza è assolutamente imperdibile il Diplomatic Quarter, il quartiere nel quale si trovano le ambasciate e le organizzazioni più importanti. Si tratta della zona più moderna della città, come si evince dalla presenza dei numerosi grattacieli.

Jabel Fihrayn

Questo suggestivo deserto è noto anche con il nome di Edge of The World, ossia il confine del mondo. Per raggiungere Jabel Fihrayn è possibile prendere parte a escursioni organizzate che partono dalla città di Riyadh. Il magnifico deserto è ubicato a soli 100 chilometri dalla capitale ed è caratterizzato dalla presenza di paesaggi assolutamente mozzafiato. La pianura arida del deserto è contornata da colline e offre la possibilità di ammirare una formazione rocciosa alta più di 300 metri. Si tratta di un luogo decisamente imperdibile, in particolar modo durante il momento del tramonto.

Madain Saleh

La zona di Madain Saleh si trova nella zona settentrionale dell’Arabia Saudita. Si tratta di una meta da non perdere per tutti gli appassionati di storia e di archeologia. Questo maestoso sito archeologico ospita al suo interno antiche testimonianze che risalgono ai Nabatei. Si tratta di una popolazione che costruì le sue opere a cavallo tra il I secolo a.C. e il I secolo d.C., epoca durante la quale creò un colossale impero. All’interno del Museo di Madain Saleh è possibile ammirare moltissimi oggetti ritrovati nel sito archeologico e approfondire la storia antica di questa splendida zona dell’Arabia Saudita.

Scritto da Debora Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Grado, presepi 2020: l’esposizione natalizia

Torre e Museo di San Martino della Battaglia: tutte le informazioni

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • 
    Loading...
  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media