Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Notizie.it logo

Come rinnovare passaporto italiano all’estero

Come rinnovare passaporto italiano all’estero

Vediamo di capire cosa serve per rinnovare il passaporto se siamo all'estero.

Se avete necessità di rinnovare il passaporto in scadenza ma non siete residenti in Italia o vi trovate comunque fuori, esiste una procedura specifica ideata a questo fine. Anzitutto bisogna rivolgersi al Consolato Generale d’Italia dello Stato in cui ci si trova, questo ente si occuperà di emettere i passaporti elettronici previo appuntamento.

Come rinnovare il passaporto

E’ necessario presentarsi con i seguenti documenti ed essere iscritti all’AIRE (Anagrafica degli Italiani Residenti all’Estero)

Documenti

  • Un modulo apposito che consegnerà il consolato
  • Il passaporto scaduto
  • 2 foto recenti, su sfondo bianco, frontali e bocca chiusa
  • Permesso di soggiorno
  • La carta di identità
  • Se si fa domanda di passaporto per minori, bisognerà presentare anche la richiesta d’assenso firmata dai genitori.

Costi

Il costo è di 116 euro da pagare con la valuta dello Stato in cui si risiede (comprensivo di marca da bollo), presso il Consolato verrà rilevata l’impronta digitale. Per i minori è necessario anche l’assenso dei genitori e la fotocopia di un documento.

Passaporto temporaneo

Nel caso non si possano rilevare le impronte digitali, obbligatorie, si può ottenere il passaporto temporaneo, è un documento di emergenza su supporto cartaceo, espressamente previsto dal Regolamento (CE) n.

444 del 2009. Non contiene il microchip per la registrazione dei dati del titolare.
E’ rilasciato per i casi di inabilità temporanea alla rilevazione delle impronte, solo in circostanze motivate di necessità ed urgenza, per le quali lo stesso possa costituire l’unico strumento atto a garantire la sicurezza, la salute o gli interessi economici dei connazionali.
La sua validità temporale non può essere superiore ad un anno.

Esso non rientra nel Visa Waiver Program e necessita di visto per l’ingresso negli USA.
(Fonte ministero degli esteri)

Documentazione necessaria

Oltre alla documentazione richiesta per il rilascio del passaporto ordinario è necessario presentare:

  • idonea documentazione attestante l’inabilità temporanea alla rilevazione delle impronte;
  • dichiarazione attestante la sussistenza di circostanze motivate di necessità ed urgenza, per le quali tale documento possa costituire l’unico strumento atto a garantire la sicurezza, la salute o gli interessi economici del richiedente.
  • ricevuta del pagamento del costo del libretto

In ogni caso, se si viaggia all’estero è sempre meglio controllare qualche mese prima della partenza, la data di scadenza del passaporto.

Inoltre in caso di smarrimento o furto, è opportuno fare una fotocopio del passaporto o quanto meno una fotocopia della carta d’identità. In modo da presentarli alle autorità, per dimostrare la propria idendità e per il rilascio dei nuovi documenti.



© Riproduzione riservata
Leggi anche