Notizie.it logo

Cose da fare sull’ Isola di Reunion Francia

Cose da fare sull' Isola di Reunion Francia

C’è un’isola quasi sconosciuta nel mezzo dell’Oceano Indiano, dove puoi scalare un vulcano attivo, fare surf su onde perfette e assaggiare l’autentica cucina francese, il tutto nello stesso giorno. Una visita all’Isola di Reunion, localizzata circa 800 chilometri più ad est del Madagascar, ti consentirà di sperimentare un vero e proprio miscuglio internazionale di culture; risente infatti di influenze francesi, cinesi e indiane. Puoi anche osservare con i tuoi occhi dei bellissimi contrasti ambientali: una parte dell’isola è lussureggiante e umida, l’altra invece secca e arida.

Sebbene si tratti di un’isola tropicale, circondata da un mare temperato, Reunion è ancora innegabilmente francese e la sua capitale, Saint-Denis, integra dolcemente il sapore tipico dell’Europa con gli aromi della cultura locale. C’è una scena sociale molto attiva, con numerosi nightclub, caffè e locali all’aperto. I negozi delimitano in modo ottimale le strade del distretto degli affari e l’ambiente internazionale detta tenori di vita elevati.

I negozi offrono prodotti tradizionali francesi, come ad esempio le sculture, e beni locali come oggetti fabbricati a mano e gioielleria tipica. La città ha anche una sua galleria di arte impressionista oltre a un museo di storia naturale e ai giardini botanici.

A causa della sua influenza francese, è un dato di fatto che sull’isola siano proposti i prezzi europei. Tuttavia questo è solo un aspetto della eccezionale ricchezza culinaria presente a Reunion. Puntando a rappresentare le diverse culture locali (africana, indiana e cinese), le scelte possibili nei menù dei ristoranti sono pressoché infinite. I piatti tradizionali indiani sono conosciuti con il nome di “massales”, mentre il cibo cinese più frequente è il riso alla cantonese. Le porzioni sono decisamente abbondanti. Inoltre i vini tradizionali francesi, bianchi e rossi, sono prodotti in loco. Si può trovare anche rum in abbondanza, con note esotiche di orchidea, semi di anice e cannella. Il festival di Leu Tempo è una proposta primaverile che attrae fino a trentamila persone e mescola teatro, musica, cibo e arte.

Il June Sakifo Musik Festival invece è largamente considerato tra i 25 migliori raduni musicali al mondo, con i suoi tre giorni di performance live.

Una delle più famose attrazioni di Reunion è il Piton de la Fournaise, uno dei più attivi vulcani del mondo. Il nome tradotto significa “Picco della fornace”. Il vulcano mantiene una condizione di costante instabilità, con emissioni continue e molto rumorose di fumo e pressione. Sebbene la sua ultima grande eruzione avvenne nel 1992, si può ancora sperimentare una eccitante salita di cinque ore fino alla sommità del cratere principale. Il cono vulcanico è soltanto uno degli eccezionali paesaggi geologici presenti sull’isola. Un fenomeno unico, di incredibile bellezza è il circo glaciale: si tratta di valli vulcaniche formate dagli agenti atmosferici, simili ad anfiteatri naturali di roccia. Quando visiti l’isola puoi sperimentare una visita guidata attraverso questi veri e propri gioielli naturali.

Il litorale di Reunion è variegato tanto quanto il suo territorio interno.

Sul lato ovest dell’isola, potrai trovare molte delle sue piccole spiagge di sabbia. A causa della prevalente attività vulcanica, il colore della sabbia può variare dal nero al giallo fino al bianco. La maggior parte delle coste è caratterizzata da scogliere che creano le condizioni ottimali per praticare surf. Ma ci sono anche altri sport acquatici che è possibile praticare: per esempio lo snorkeling, il nuoto e le immersioni.

© Riproduzione riservata
Leggi anche
  • ZagatZagatZagat esiste dal 1979, raccogliendo le recensioni dei clienti sui vari ristoranti, bar e luoghi di intrattenimento di tutto il mondo. Prima ...