Cristo degli Abissi: profondità e come arrivare

La statua del Cristo degli Abissi emoziona i visitatori che si spingono nelle profondità del Mar Ligure, ma come arrivarci? Tutte le informazioni.

Nelle profondità del mare della Liguria, immerso nel silenzio dei fondali marini, fluttua il Cristo degli Abissi. La suggestiva statua, divenuta anche attrazione turistica, regala emozioni uniche agli amanti del mare.

Cristo degli Abissi: profondità

La statua bronzea del Cristo si trova sul fondo del mare dal 1954, nella baia di San Fruttuoso, tra Camogli e Portofino all’interno dell’Area naturale marina protetta Portofino, a 17 metri di profondità.

Il Cristo attende i suoi visitatori nel silenzio delle acque, solitario e con le braccia protese verso l’altro in segno di invocazione, ma anche come se volesse abbracciare i sub che si spingono fin là giù.

Lo specchio d’acqua che cela la statua si trova di fronte l’Abbazia di San Fruttuoso, nel comune di Camogli, anche noto come Città dei mille bianchi velieri.

La statua nacque da un’idea di Duilio Marcante, figura leggendaria della subacquea italiana, che, a seguito della morte di Dario Gonzatti durante un’immersione nel 1947, spinse per la posa di una statua di Cristo sul fondale marino.

Advertisements

E da lì non si muove dal 29 agosto 1954. Molte copie del Cristo degli Abissi si trovano sparse per il mondo, tra musei e fondali.

La statua di bronzo è alta 2,50 metri, è stata realizzata fondendo medaglie di marinai, di atleti, parti di navi, campane e cannoni. Infatti, il Cristo degli Abissi pesa 260 chili e poggia su un grande basamento di cemento adagiato su un fondale di 17 metri.

Cristo degli Abissi

Come arrivare

L’immersione per osservare la statua è una delle escursioni più famose e popolari del litorale ligure, e il Cristo è diventato negli anni il simbolo della passione per la subacquea e il mare.

Una vera e propria attrazione turistica. L’immersione è relativamente semplice e poco profonda, e non richiede particolari accorgimenti se non la presenza degli accompagnatori iscritti alla Regione Liguria, in quanto ci si trova all’interno dell’Area naturale marina protetta Portofino.

Dal sito ufficiale è possibile, inoltre, prenotare la visita alla meravigliosa statua, e conoscere i dati dell’immersione. Tra questi c’è la temperatura registrata nelle profondità durante i periodi dell’anno.

Infatti, da gennaio a marzo la temperatura minima raggiunge i 14-15 gradi, mentre da luglio a settembre può raggiungere la temperatura massima di 24-25 gradi.

L’immersione è sconsigliata per chi non ha esperienze come sub o non gode di ottima forma fisica. Tuttavia, è possibile effettuare un’immersione di prova per principianti con l’aiuto e il supporto degli esperti.

Le immersioni avvengono tutto l’anno in due fasce orarie: alle 9 e alle 14. Ogni giorno l’imbarcazione salpa dal porto di Santa Margherita Ligure alle 9 per effettuare una o due immersioni guidate nell’area marina protetta di Portofino.

Cristo

Scritto da Ilenia Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Palmaria: le migliori spiagge libere dell’isola ligure

Baia Mulino d’Acqua, Otranto: spiaggia pugliese paradisiaca

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media