Dublino tra storia, curiosità e cucina tipica della capitale irlandese

Alla scoperta di Dublino, tra storia, curiosità, cucina tipica, arte e cultura della capitale irlandese.

La capitale d’Irlanda, Dublino, è il cuore del Paese, meta turistica e tesoro ricco di bellezze, ma qual è la sua storia, le sue curiosità e la sua cucina tipica? Una guida alla scoperta della città irlandese per prepararsi al viaggio.

Dublino: storia, curiosità e cucina tipica

Fondata dal popolo vichingo, la città di Dublino, capitale d’Irlanda, è una delle città più importanti del Paese.

La città sorge sulla foce del fiume Liffey al centro della Dublin Region e affaccia sullo splendido mare d’Irlanda.

Il nome della città pare derivi dell’anglicizzazione del termine Dubh Linn, che in gaelico significa “stagno nero”.

La città fu particolarmente influenzata dall’invasione anglo-normanna del 1171, e da quel momento divenne la capitale d’Irlanda.

Ancora oggi sono presenti i segni del Medioevo in tutto il Paese, tra monumenti e antichi edifici.

Grattan Bridge Dublino

Curiosità

Ci sono, poi, tante curiosità sulla capitale irlandese che in pochi conoscono.

Una delle particolarità della città che salta subito all’occhio sono le porte colorate delle case. Questo è ben spiegato da alcune antiche leggende. Queste narrano che in epoca Vittoriana, la regina Vittoria fece colorare tutte le porte di nero in seguito alla perdita del marito. Tuttavia, una volta libero dall’oppressione, il popolo, si prestò a ricolorare le porte di mille colori differenti, in segno di distacco dall’egemonia inglese.

Pur ricca di storia, Dublino è una città giovane, anzi, giovanissima. Infatti, la capitale irlandese ha la popolazione più giovane d’Europa. Circa il 50% dei Dublinesi ha meno di 25 anni, aggiudicandosi così il record per essere il popolo più giovane di tutta Europa.

Prima di partire, per chi non è particolarmente ferrato con l’inglese, sarebbe utile imparare almeno quattro parole: sorry, thank you e please. Infatti, i dublinesi sono estremamente cordiali e queste sono le parole più utilizzate dai cittadini. Inoltre, è molto probabile che incrociando lo sguardo di un passante gli augurino buona giornata.

Cucina tipica

Uno degli aspetti da esplorare di Dublino è la sua cucina tipica, con i piatti della tradizione e quegli alimenti che i dublinesi mangiano quotidianamente.

Tra i piatti tipici troviamo l’Irish Stew, lo stufato irlandese, uno dei piatti più popolari del Paese. Questo viene realizzato con la carne di Montone o di agnello insieme a patate e cipolle e diversi aromi. La particolarità dell’Irish Stew sta nella morbidezza della carne dovuta alla lenta cottura alla quale viene sottoposta.

Uno dei piatti più particolari, invece, è la fonduta alla Guinnes. La birra scura irlandese sta bene con tutto, persino nella cosiddetta Irish Cheddar and Stout Fondue.

Tra i piatti invernali più gustosi, invece, c’è il Colcannon, preparato con patate schiacciate, cavolo o verza. Un piatto servito caldo, bollente, ideale per riscaldarsi dopo una fredda giornata l’inverno.

Scritto da Ilenia Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ti presento Sofia, location: dove è stato girato il film con De Luigi

Luca, il nuovo film Disney: dove è ambientato

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • Loading...
  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media