Genova: cosa vedere in due giorni nella città ligure

Genova: cosa vedere in due giorni? In realtà, Genova merita più di due giorni, ma ci si può adattare. Ecco le meraviglie da non perdere nella città ligure!

Genova cosa vedere in due giorni? Dopo aver visto le meraviglie di Torino e aver fatto un salto al Salone Nautico, cosa vedere nella città ligure per eccellenza?

Ci sono tantissime attrazioni da vedere e da scoprire. Una volta organizzato il weekend, si possono creare itinerari e percorsi davvero curiosi! L’unica cosa che serve è una cartina della città, perché con lo smartphone si potrebbe perdere qualche attrazione.

Ecco quali sono i luoghi del cuore di Genova assolutamente da vedere!

Genova cosa vedere in due giorni: itinerario

Prima di arrivare all’hotel, oppure al ritorno, si potrebbe anche passare dal nuovo ponte di Genova Renzo Piano. Genova cosa vedere in due giorni? Genova si divide in tre zone. La prima è quella dello shopping, che parte da Piazza della Vittoria e arriva a Via XX Settembre.

La zona dello shopping ha anche sorprese storiche, come il ponte monumentale, i soffitti e i negozi raffinati.

La via si conclude con l’arrivo a Piazza De Ferrari. Qui si trovano monumenti come il Palazzo Ducale e il Teatro Carlo Felice.

La cattedrale di San Lorenzo e l’Acquario di Genova sono altri simboli della città, che non si possono non visitare. Non si può dire di essere stati a Genova senza passare dai vicoli cantati da De André, come Via del campo e il centro storico della città marinara in genere.

Una visita al porto è d’obbligo.

Genova cosa vedere in due giorni: dove mangiare

A pranzo, si può pensare di gustare il cibo di strada genovese. A cena, invece, si può scegliere il ristorante dell’hotel, oppure nelle zone vicine. Il fritto misto qui è molto apprezzato. Si trovano molti locali nelle zone con più turisti, come nelle vicinanze dell’Acquario di Genova, oppure nelle botteghe storiche in genere, sulle strade cantate da De André.

Genova cosa vedere in due giorni: consigli utili

Genova cosa vedere in due giorni e come prepararsi al meglio? Oggi, Internet permette di prenotare in anticipo la sistemazione, i ristoranti e i trasporti. Per ridurre al minimo i tempi e non girare a vuoto, conviene prenotare queste strutture e organizzarsi in anticipo sugli spostamenti.

Genova è una città servita con taxi, mezzi pubblici e privati. Una soluzione semplice è di chiedere il tour panoramico della città per raggiungere la sistemazione. Così, si sapranno già quali sono le maggiori attrattive! Per l’abbigliamento, conviene portare di giorno uno zaino o una borsa capiente. Conviene avere il green pass sia su carta che sullo smartphone e, come per qualsiasi viaggio, la power bank può salvare la vita!

Scritto da Annarita Faggioni
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Foliage d’autunno: i luoghi da fiaba dove vederlo in Italia

La piccola Nittedal: una città incantevole immersa nella natura norvegese

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • Loading...
  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media