Grado: l’isola del sole nel Friuli-Venezia Giulia

La storia e le bellezze da visitare a Grado, la cittadina friulana nota anche come l'isola del sole.

Una delle destinazioni più rilassanti e imperdibili del Friuli-Venezia Giulia è Grado, anche nota come l’Isola del Sole. Un gioiello che si specchia nelle sue acque, che l’hanno resa famosa con il nome di Prima Venezia.

Grado, l’isola del sole

Il Friuli-Venezia Giulia è una terra variegata, composta da mare, montagna e incomparabili bellezze.

Tra le mete turistiche più imperdibili troviamo la piccola cittadina di Grado, un importante centro turistico e termale. Il territorio del comune di Grado si estende tra la laguna omonima, la foce dell’Isonzo e il mar Adriatico. Il capoluogo, invece, si trova sull’isola maggiore ed è diviso in numerose zone e rioni: Gravo vecia, Borgo de fora, Isola della Schiusa, Colmata, Centro, Squero, Città Giardino, Valle Goppion – ex Valle Cavarera, Grado Pineta, Primero.

Advertisements

La laguna comprende circa trenta isole e, oltre all’isola maggiore, sono abitate stabilmente anche l’isola della Schiusa, collegata a Grado con due ponti, e l’isola di Barbana.

Ma vediamo quali sono i luoghi e i monumenti più interessanti da visitare a Grado.

Grado

Barbana

Uno dei punti più caratteristici della laguna di Grado è Barbana, un’isoletta situata all’estremità orientale. Ad attirare l’attenzione è il meraviglioso santuario mariano. Infatti, l’isoletta è abitata in modo stabile da una comunità di Monaci Benedettini. Il suo nome deriva probabilmente da Barbano, un eremita del VI secolo che viveva nel luogo e che raccolse attorno a sé una comunità di monaci.

Un’isola dedicata al culto già in epoca romana, quando ospitava un tempio di Apollo Beleno.

Inoltre, in passato veniva utilizzata anche come luogo di quarantena.

Barbana

Basilica di Santa Eufemia

Il principale luogo di culto di Grado è la Basilica di Santa Eufemia, un’antica cattedrale del soppresso patriarcato di Grado.

Risalente al VI secolo, la chiesa sorge sulla piazza dell’antica città patriarcale, affiancata dal battistero e dal campanile a cuspide del secolo XV.

Laguna e spiagge

Il pezzo forte di Grado è, naturalmente, la sua laguna, formatasi dopo il V secolo e divisa in un settore occidentale (la palù de soto), più esteso e ricco di isole, ed in uno orientale (la palù de sora), che si estende a nord dell’isola di Grado.

L’isola di Grado offre, inoltre, numerosi chilometri di spiagge sabbiose, orientate prevalentemente verso mezzogiorno. La spiaggia più occidentale è denominata Costa Azzurra e prosegue con il lungomare della diga. Questa protegge il centro storico dalle mareggiate. Dopo la diga inizia la spiaggia principale, che prosegue con quella di Grado Pineta e, quindi, con i litorali più orientali.

Scritto da Ilenia Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Offerte vacanze per l’estate 2021: prezzi e destinazioni

Monte Yamagata: la città giapponese tra i monti

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media