Hormuz: il colorato villaggio Presence

Il progetto Presence in Hormuz che ha dato vita ad un villaggio colorato incantevole.

Il progetto Presence in Hormuz ha dato vita ad un villaggio colorato davvero speciale, ricco di toni pastello e tinte accese che danno vita ad un arcobaleno di cupole. Un idea ambiziosa e creativa che ha dato vita ad una vera e propria attrazione turistica, che invita i viaggiatori a scoprire la bellezza dell’isola.

Ma scopriamo tutti gli aspetti e le curiosità sulle particolare forme delle casette del villaggio colorato.

Hormuz: il villaggio Presence

Vincitore del Golden Award al Taipei International Design Award 2020 il progetto Presence in Hormuz ha dato nuova vita e colore al piccolo insediamento urbano.

Il villaggio si trova sull’isola di Hormuz, incastonata nel Golfo Persico, a sud dell’Iran. L’isola è diventata già famosa per le sue spiagge rosse le cui immagini hanno fatto il giro del mondo, ma non smette di incuriosire.

Infatti, un altro motivo per cui vale la pena esplorare questa incantevole isola è proprio l’opera realizzata dagli architetti dello studio ZAV Architects.

Si tratta di un progetto volto, non solo a rendere ancora più affascinante l’isola, ma anche per responsabilizzare la comunità locale.

Ma vediamo quali sono le tecniche utilizzate e le particolarità del progetto.

Hormuz

Le casette colorate

Alcuni hanno paragonato il villaggio alla collinetta dei Teletubbies proprio per la bellezza delle cupole colorate delle case. Infatti, la caratteristica del posto è l’architettura con cui sono state realizzate le abitazioni.

L’isola, che fa parte del territorio iraniano, è un antico porto storico nello stretto strategico di Hormuz nel Golfo Persico e controlla le spedizioni di petrolio dal Medio Oriente.

I paesaggi di cui si gode sono spettacolari e unici al mondo, e con l’aggiunta di queste meravigliose casette sta diventando sempre più popolare.

Infatti, l’isola è diventata un’importante meta turistica, complici le spiagge e lo splendido mare.

Le casette sono realizzate con strutture di terracotta e sono sormontate da cupole di piccole dimensioni costruite con la tecnica “Superadobe” sviluppata dall’architetto iraniano Nader Khalili.

Ma il progetto degli architetto non finisce qui. Infatti, l’idea è stata concepita come un processo continuo che punta a costruire la fiducia più di un semplice progetto architettonico.

Le forme armoniche e morbide delle case viste in lontananza ricordano delle caramelle alla frutta, tutte da gustare.

Se pur il progetto punta soprattutto sull’aspetto sociale degli abitanti, di certo trova risonanza anche sul fattore turismo che ogni anno sta crescendo proprio grazie alle immagini che circolano sui social network.

Presence Hormuz

Scritto da Ilenia Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Mar A Lago, Florida: quanto vale la lussuosa villa di Trump

Chiesa del Rosariello di Napoli: storia, arte e curiosità

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • 
    Loading...
  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media