Lago di Gera, Valmalenco: cosa vedere

Tutte le informazioni che servono per visitare il Lago di Gera, durante una gita nel territorio della Valmalenco.

In provincia di Sondrio, all’interno della zona della Valmalenco, è possibile visitare il bellissimo Lago di Gera. Si tratta di un bacino artificiale che sorge nei pressi dell’Alpe Gera e di Campo Moro, un luogo caratterizzato da un paesaggio naturale meraviglioso da vedere.

Lago di Gera, Valmalenco

Durante una gita fuori porta in Lombardia, è molto interessante avventurarsi nel territorio naturale intorno alla provincia di Sondrio. Una delle zone più belle da vedere si trova nel contesto della Valmalenco, una valle laterale della nota Valtellina. Nel contesto montano dell’Alpe Gera e di Campo moro si trovano diversi bacini artificiali, che rendono il paesaggio incantevole. Uno dei più interessanti da visitare è lo splendido Lago di Gera, caratterizzato dalla presenza di acque particolarmente cristalline.

Advertisements

Il lago si trova all’interno del territorio del Comune di Lanzata ed è una meta ideale per godersi una splendida escursione. Il panorama che si può ammirare camminando è uno dei più belli della Lombardia. Le dighe che si trovano presso i bacini artificiali contribuiscono a rendere ancora più bello il paesaggio della vallata.

lago gera

Sentiero panoramico

Nel corso di una gita fuori porta nei pressi di Sondrio, è interessante godersi una splendida camminata tra i laghetti artificiali della zona della Valmalenco. Uno dei percorsi panoramici più belli da fare è il giro del Lago di Gera. Si tratta del percorso CAI 305, che permette di percorrere una stradina sterrata che si trova sul fianco roccioso della montagna. In seguito, è interessante raggiungere il tratto di strada pianeggiante dell’alpe Gembrè, che si trova a un’altezza di ben 2224 metri.

Si tratta di una caratteristica area, all’interno della quale si possono ammirare incantevoli baite coperte da grosse lastre di pietra. In seguito, è possibile continuare lungo il sentiero e godersi la visuale sui torrenti che scendono lungo la via del sentiero dei Ponti. Camminando, è possibile ammirare lo spettacolare ghiacciaio che alimenta i corsi d’acqua, all’interno di un paesaggio che appare decisamente fiabesco.

Tratto finale del percorso

Dopo aver superato i numerosi torrenti, si sale in direzione sud ovest per arrivare presso il rifugio Bignami.

Si tratta di una struttura collocata a un’altezza di 2385 metri, che offre uno spettacolare panorama sulla vallata sottostante. Una volta giunti presso il rifugio è possibile godersi una piacevole pausa, in un contesto paesaggistico che permette di trascorrere splendidi momenti a contatto con la natura. In seguito, andando verso sinistra è possibile terminare il percorso presso il camminamento della diga di Gera e scendere verso il parcheggio.

Scritto da Debora Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Monte San Primo: sentieri panoramici

Hotel abbandonati in Croazia: curiosità e storie

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media