Hotel abbandonati in Croazia: curiosità e storie

Curiosità e immagini degli hotel abbandonati della Croazia.

I luoghi abbandonati deturpati dal tempo affascinano sempre più fotografi e turisti, come Filip Molcan che ha immortalato gli hotel abbandonati della Croazia. Una serie di scatti che raccontano di desolazioni, di guerre e di un passato spensierato ormai lontano.

Hotel abbandonati in Croazia

La Croazia è terra di sole, di mare, e di bellezza, ma è anche luogo di storia, rimasta impressa per sempre tra gli edifici abbandonati.

Il turismo dell’abbandono sta, tuttavia, dando nuova vita alle antiche strutture e a quelle località dimenticate. Si tratta, infatti, di viaggiatori che esplorano zone desolate ridotte in rovina che, con le loro immagini, raccontano il passato di luoghi affascinanti e curiosi.

Tra questi troviamo il fotografo Filip Molcan, che ha deciso di esplorare con il suo drone la baia degli hotel fantasma.

Advertisements

Un tour tra le stanze e gli ambienti di vecchi hotel della Croazia che testimoniano il degrado e i bei tempi andati.

hotel abbandonati

La baia degli hotel fantasma

Lo straordinario e suggestivo viaggio del fotografo parte da Kupari, un’ex località turistica della Croazia, a sud di Ragusa, un tempo famosa per i suoi fantastici resort.

Oggi, le lussuose strutture versano in stato di abbandono, come ruderi e cicatrici portate dalla guerra. Tra questi vi è anche il Grand Hotel, ‘visitato’ lo scorso agosto dallo YouTuber Oli White. Con il suo drone ha, infatti, documentato lo stato di abbandono dell’ex albergo costruito nel 1919, le cui pareti appaiono crivellate da armi da fuoco.

L’albergo fa parte di un complesso turistico pensato per l’élite delle forze armate dell’ex Jugoslavia.

Amministrato originariamente dal Ministero della Difesa, il complesso era in grado di ospitare fino a 4500 persone. Il declino delle strutture è iniziato nel 1991 con l’avvento della guerra civile nel Paese, ricordata come la guerra per la patria.

Il racconto del fotografo Filip Molcan parla di ciò che resta della guerra e di ciò che ha lasciato dietro di sé. Rovina, abbandono e cicatrici, è questo ciò che rimane delle località di lusso della zona.

Uno dei protagonisti del racconto è l’hotel Belvedere, situato alla periferia della città. Un hotel che è stato completamente distrutto durante la guerra civile in Jugoslavia.

Un tempo l’hotel contava ben 406 posti letto, ed era ritenuto uno dei più grandi hotel di lusso di tutto il Mediterraneo.

Di recente, l’hotel, o quel che ne resta, è diventato famoso per aver fatto da sfondo alle vicende del Trono di Spade. Infatti, la famosa serie tv dell’HBO ha creato un set davvero particolare per ricreare l’arena di Approdo del Re, in una delle scene più famose dell’intera serie creata dalla penna di George R. R. Martin.

kupari

Scritto da Ilenia Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Lago di Gera, Valmalenco: cosa vedere

Parco archeologico di Pompei e la conceria: visita e curiosità

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media