La location dello storico film “La vita è meravigliosa”

Il film "La vita è meravigliosa" è uno storico lungometraggio natalizio. Ma qual è la location che fa da sfondo a questo splendido capolavoro?

“La vita è meravigliosa”, lo storico film di successo di frank Capra, si ispira al libro di Dickens “Canto di Natale”, con cui condivide l’elemento narrativo di un’entità soprannaturale che porta a riflettere sulla sua esistenza il protagonista, che però in questo caso è totalmente positivo.

Ma qual è la location che fa da sfondo a questo splendido capolavoro?

La location dello storico film “La vita è meravigliosa”

Il film è ambientato nella fittizia cittadina di Bedford Falls. Fittizia perchè è stata costruita in due mesi, su un’area di oltre 16 chilometri quadrati. Il set includeva 75 negozi ed edifici, un viale alberato arricchito da 20 querce adulte, un distretto industriale, alcune zone residenziali e una via principale lunga circa 300 metri.

Il set fu costruito nell’RKO Ranch di Encino, nella San Fernando Valley in California, ed è stato raso al suolo nel 1954.

Il paese da cui prende ispirazione

Si dice che per ideare la cittadina di Bedford Falls, il regista abbia preso ispirazione da Seneca Falls, una comunità della contea di Seneca nello stato di New York.

Infatti ci sono diverse punti in comune che le due cittadine hanno: dalla somiglianza architettonica dei due luoghi all’ampia comunità italiana presente in entrambe le cittadine.

Pare inoltre che il regista abbia visitato Seneca Falls poco dopo aver firmato il contratto per la realizzazione del film.

Curiosità

Prima dell’uscita del film “La vita è meravigliosa”, la neve nei film veniva ricreata prevalentemente con l’utilizzo di fiocchi di mais, che però erano abbastanza rumorosi e costringevano quindi a doppiare i dialoghi successivamente.

Capra allora decise di trovare un metodo meno invasivo: utilizzò per la neve un composto di foamite per estintori, acqua e sapone, pompandolo con delle macchine per il vento. Il risultato fu una silenziosissima e incredibilmente realistica neve.

Tuttavia l’esperimento ebbe qualche intoppo: infatti le riprese avvennero d’estate, quando le temperature erano davvero alte, e per questo la neve finta non resisteva, squagliandosi e creando problemi non indifferenti alla troupe.

Scritto da Federica Maldari
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Cosa vedere a Firenze in inverno 2023? La lista con le attrazioni più belle

Cosa vedere a Bologna questo inverno: la guida

Leggi anche
Contentsads.com