Montagna arcobaleno in Perù: dove si trova e perché è così

Tutte le curiosità sulla bellissima montagna arcobaleno del Perù, la Vinicunca.

Di bellezze naturali il mondo è pieno, e un esempio è la montagna arcobaleno del Perù: la Vinicunca. Uno spettacolo naturale che si innalza fino a superare i cinquemila metri sopra il livello del mare.

La montagna arcobaleno in Perù

La Vinicunca è una montagna delle Ande alta 5.200 metri sopra il livello del mare.

Una meraviglia fotografata da milioni di visitatori.

La montagna colorata si erge a sud-est della città di Cusco, tra le province di Quispicanchi e Canchis, nella regione di Cusco, in Perù.

È caratterizzata dalla presenza di striature verticali parallele di 7 colori diversi, come i colori dell’arcobaleno.

Ma scopriamo le ragioni dei colori accesi della montagna e tutte le curiosità.

Vinicunca

Advertisements

I colori di Vinicunca

I sette colori sono dovuti ai diversi minerali, che nel corso di milioni di anni si sono depositati e sovrapposti. Il fatto che oggi i diversi strati siano in strisce verticali si può spiegare con la tettonica delle placche. Infatti, la collisione fra la placca di Nazca e la placca sudamericana ha spinto la crosta terrestre verso l’alto, generando, appunto, la catena montuosa delle Ande.

I diversi colori sono dati dai seguenti minerali: il rosso è dato dall’ossido di ferro; il rosa è dato dal manganese; il giallo deriva dallo zolfo; il biancastro deriva dalla marna o carbonato di calcio; l’ossidazione del rame per reazione con acqua e ossigeno ha portato alla colorazione blu-verde; il marrone è composto da un fanglomerato di roccia e magnesio; le strisce nere sono date dal granito.

Perù

Trekking

Per raggiungere la montagna arcobaleno si possono percorrere dei meravigliosi sentieri trekking, con itinerari che toccano anche luoghi splendidi delle vicinanze.

Ad esempio, si può partire con la visita della capitale, la città dei re: il quartiere di Miraflores con una spettacolare vista dell’Oceano Pacifico.

Si prosegue con la zona coloniale: la Plaza de Armas, la Cattedrale e il Convento di Santo Domingo.

Dopo aver visitato Sacsayhuamàn, un’impressionante cittadella piena di colossali costruzioni, si continua con la visita alle rovine di Puca Pucarà e Tambomacha.

Il viaggio, poi, non può non passare per la Valle Sacra degli Inca: sulla strada si può sostare ad un centro tessile. Imperdibile, poi, la visita al villaggio di Chinchero, con il suo complesso archeologico, la chiesa coloniale e l’incantevole scenario naturale che lo avvolge.

Emozionante, poi, la salita alle rovine di Machu Picchu continuando con la visita della Città perduta degli Incas. Un luogo magico con le sue incredibili terrazze, scalinate ed aree cerimoniali.

Per la visita alla montagna arcobaleno, prima di iniziare l’escursione, una guida potrà fornire una breve introduzione al luogo e consigli sulla passeggiata. Da questo punto si parte con una passeggiata di circa un’ora e 40 minuti per raggiungere la montagna dei 7 colori.

Scritto da Ilenia Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Migrazione autunnale degli uccelli: tutte le informazioni

Borghi da visitare a novembre: la guida

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media