Museo Nazionale del Cinema di Torino: storia e visita

Le curiosità, la visita e la storia al famoso Museo Nazionale del Cinema di Torino, all'interno della Mole Antonelliana, simbolo della città.

La Mole Antonelliana, simbolo di Torino, ospita il Museo Nazionale del Cinema, un luogo interessante che racconta la storia del cinema italiano e internazionale. Tante attrazioni e attività interessanti per grandi e piccini per vivere un’esperienza indimenticabile nel cuore della città piemontese.

Museo Nazionale del Cinema di Torino

Uno dei più importanti al mondo per la ricchezza del patrimonio e la molteplicità delle sue attività scientifiche e divulgative, il Museo Nazionale del Cinema è una delle attrazioni più amate del capoluogo piemontese.

Ospitato tra le mura della Mole Antonelliana, monumento simbolo di Torino, il Museo si sviluppa a spirale verso l’alto, su più livelli espositivi. Una vera esperienza tra collezioni e luoghi che ripercorrono la storia del cinema dalle origini ai giorni nostri, in un suggestivo itinerario interattivo.

Advertisements

In una cornice di scenografie, proiezioni e giochi di luce, arricchita dall’esposizione di fotografie, bozzetti e oggetti, i percorsi di visita danno vita a una presentazione spettacolare. I diversi piani consentono di scoprire in prima persona i segreti nascosti dietro la macchina da presa e le fasi che precedono la proiezione del film.

Il Museo racchiude e illustra tutta la storia del cinema in un itinerario divertente e interattivo.

Si parte dal teatro d’ombre e le prime lanterne magiche che hanno costituito la preistoria della “settima arte”, arrivando ai più spettacolari effetti speciali del cinema di oggi.

Museo Nazionale del Cinema

Prezzi

Il prezzo dei biglietti sono differenti in base alle attrazioni da visitare.

Il biglietto intero parte da 8 euro fino ai 15 euro. Quello ridotto è riservato alle persone dai 6 ai 26 anni e parte dai 6 euro e arriva fino a 12 euro.

L’ingresso è gratuito per i bambini entro i 5 anni ma sono disponibili anche sconti per gruppi e scuole.

Biglietti

I biglietti, come dicevamo, possono comprendere diverse attrazioni. Il museo è aperto tutti i giorni, escluso il martedì, dalle 10 alle 19.

Le soluzioni tra cui scegliere sono: ascensore panoramico, visita al Museo e la soluzione che prevede l’ingresso ad entrambe le attrazioni.

Museo Cinema Torino

Storia

La storia del Museo Nazionale del Cinema nasce dal sogno di Maria Adriana Prolo, donna tenace e raffinata collezionista. Negli anni Quaranta pensò alla realizzazione di un museo sulle origini del cinema e sul suo legame con Torino. Nel 1958 il Museo venne aperto al pubblico a Palazzo Chiablese dove fu esposta parte della straordinaria collezione di lanterne magiche, oggetti e macchinari di scena della collezione Prolo.

Negli anni Novanta scelse, poi, di valorizzare le collezioni, creando una Fondazione e soprattutto dando al Museo una nuova sede. La scelta cadde infine sulla Mole e oggi, grazie anche alla sua collocazione in un edificio di così forte impatto visivo e scenografico, il Museo Nazionale del Cinema costituisce una tappa irrinunciabile per chiunque visiti Torino.

Scritto da Ilenia Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Parco Natura Viva, Lago di Garda: cosa vedere

Castello D’Albertis, Genova: cosa vedere e come arrivare

Leggi anche
  • Weekend romantico a Cesky Krumlov in Repubblica CecaWeekend romantico a Cesky Krumlov in Repubblica Ceca
  • Weekend a Palermo la migliore guida turisticaWeekend a Palermo: la migliore guida turistica

    Da Piazza Pretoria sino al Duomo di Monreale, Palermo offre tantissimo da vedere in un weekend.

  • Visitare Castello estense Ferrara con bambiniVisitare Castello estense Ferrara con bambini
  • Visitare Castello di Gropparello con bambiniVisitare Castello di Gropparello con bambini
  • 
    Loading...
  • Basilica di Santa Maria Novella di FirenzeVisita e informazioni sulla Basilica di Santa Maria Novella di Firenze

    Tutte le informazioni sulla famosa Basilica di Santa Maria Novella di Firenze, quando visitarla e cosa vedere.

Contents.media