Palazzo abbandonato, Mondragone: tutte le curiosità

Tutte le informazioni e le curiosità sul palazzo abbandonato di Mondragone.

Nei pressi di Mondragone, in Campania, si trova un palazzo abbandonato che da anni desta la curiosità di chi passa sulla strada dalla quale si vede questa enorme struttura.

Palazzo abbandonato, Mondragone

All’interno del territorio campano, la Strada Statale Domiziana è una delle più famose e visitate sia dai residenti che dai turisti.

In particolare nel corso dei mesi estivi questa importante strada campana si riempie di auto che si dirigono verso le più belle località marittime della regione. Nel corso del tragitto si può notare un enorme palazzo, che si può quasi definire un grattacielo per via della sua impressionante altezza. Si tratta di un palazzo che versa in uno stato di completo abbandono e che subisce un evidente degrado. Il grattacielo si trova nella località di Penetelle, che fa capo al comune di Mondragone.

Advertisements

Il palazzo desta immancabilmente la curiosità di chi attraversa la Domiziana, a causa delle sue particolari condizioni. Dato l’elevato scalpore che la struttura provoca, è interessante conoscere la storia e le curiosità che riguardano questo particolare palazzo abbandonato.

palazzo mondragone

Il palazzo fantasma

L’enorme stabile che si nota attraversando la Strada Statale Domiziana è una costruzione in cemento che supera addirittura i 70 metri di altezza. Durante l’epoca più florida della sua esistenza, il grande palazzo ospitava al suo interno una fabbrica per la liofilizzazione di prodotti agricoli. Il nome della ditta che aveva sede all’interno della struttura era IDAC Food. L’attività cessò durante l’anno 1973 e da allora il palazzo risulta completamente abbandonato a se stesso.

La struttura non fu infatti mai recuperata ma nemmeno abbattuta. Gli abitanti di Mondragone hanno dato al palazzo l’appellativo di Torre di Mondragone, che deriva dalle imponenti dimensioni della struttura. Esistono sul web alcune immagini e addirittura dei video che ritraggono perfettamente lo stato di degrado in cui versa la struttura, nonostante alcuni tentativi di intervento da parte del Comune di Mondragone.

Curiosità sul palazzo abbandonato

Durante l’anno 2019 il palazzo abbandonato è stato messo in vendita.

L’agenzia Immobiliare Miramare propone la vendita dell’intero edificio, che ha una superficie totale di ben 800 metri quadri. Al suo interno si potrebbero realizzare nuovi ambienti, che si troverebbero dislocati tra i 22 piani del palazzo. L’edificio avrebbe, secondo la ditta, un enorme potenziale e potrebbe diventare una sede ideale per numerose attività di tipo commerciale e per agenzie pubblicitarie. Tuttavia, non ci sono offerte di alcun tipo per l’acquisto dell’edificio né di alcuni piani del palazzo. Un progetto di recupero dell’area prevede un nuovo modo di utilizzare lo spazio che circonda il grattacielo. L’idea consiste nell’impiego di questa vasta area per un mercato di tipo ortofrutticolo, che si potrebbe tenere ogni settimana. I dettagli del progetto restano tuttavia ancora da definire.

Scritto da Debora Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Passo dello Spluga in moto: percorso panoramico

Cammini del Molise: itinerari imperdibili

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media